VIVIANO, Chiesa, stop alle bandiere. Ma da tifoso...

01.10.2020 11:15 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
VIVIANO, Chiesa, stop alle bandiere. Ma da tifoso...

Sulle pagine odierne de Il Corriere Fiorentino leggiamo quest'oggi un'intervista all'ex portiere viola Emiliano Viviano, ex calciatore anche della Sampdoria, prossimo avversario della squadra di Iachini in campionato. Ecco i concetti più interessanti espressi dall'estremo difensore, rimasto svincolato in estate e ora senza squadra: "Chiesa alla Juve? Da tifoso viola mi scoccerebbe se Federico dovesse andare lì, ma è anche giusto che lui segua il suo destino. Io sono fiorentino e tifoso della Fiorentina, ma non si può pretendere che tutti siano come me o che lui stia tutta la carriera a Firenze. Poi bisogna vedere se in questo momento, per lui, sia la Juventus è la scelta migliore. Non si deve pretendere che qualcuno diventi per forza una bandiera. Il calcio, purtroppo, va verso una direzione diversa. Io ho fatto altre scelte in passato, ho fatto decidere il il cuore, ma non tutti siamo uguali. Non mi va di giudicare quello che farà Federico. Lo stesso vale per Castrovilli, perché alla fine, è facile parlare quando il Chiesa o il Castrovilli di turno diventano grandi giocatori e si spera che possano diventare delle bandiere, poi, se per caso fanno male per due anni, vengono cacciati via. È il rovescio della medaglia di un calcio che è cambiato. È differente da quello che era prima e per prima non intendo il periodo della mia carriera, ma ancora precedente».