PROVE D'INTESA MA NON SOLO. LE INDICAZIONI PER MONTELLA

07.09.2019 00:00 di Giacomo A. Galassi Twitter:    Vedi letture
© foto di Giacomo Morini
PROVE D'INTESA MA NON SOLO. LE INDICAZIONI PER MONTELLA

Le amichevoli sono solo amichevoli, è senza dubbio vero, però possono essere l'occasione per gli allenatori e per i tifosi di vedere in campo chi gioca meno, o chi invece si è inserito da poco in squadra. Per questo dalla partita contro il Perugia Vincenzo Montella può tirare fuori delle indicazioni importanti anche in vista del campionato.

Innanzitutto l'intesa che va creandosi tra Ribery e Boateng. Il francese in particolare ha mostrato sprazzi del campione che è stato al Bayern, deliziando il pubblico del Franchi con giocate d'alta scuola e qualche invenzione delle sue. È mancata un po' di mira altrimenti avrebbe coronato la bella prestazione con il gol. Inoltre, con Boateng da falso nueve ha creato un paio di azioni belle ed efficaci, che solo la mancanza di cattiveria sotto porta ha fatto sì che non diventassero gol. Proprio l'intesa tra i due giocatori è l'indicazione più importante del match: anche se è da affinare, può regalare grandi gioie alla Fiorentina.

Così come qualche indicazione è arrivata dai due nuovi acquisti. Ghezzal è entrato subito nelle manovre di gioco ed è andato vicino al gol in almeno un paio di occasioni, Duncan invece è apparso ancora un po' acerbo ma la fiducia di Montella e il tempo non possono che farlo crescere. Poi c'è Castrovilli: per lui si tratta di una conferma più che un'indicazione. Ma dopo le belle partite in campionato, l'ex Cremonese ha messo in mostra la sua crescita esponenziale.

Infine le noti dolenti. La Fiorentina ha mostrato quei limiti che da tempo - escludendo la partita con il Napoli - creano problemi alla squadra di Montella. Troppi gli errori sotto porta, arrivati peraltro sia dai centrocampisti che dagli attaccanti. Un aspetto sul quale l'allenatore dovrà continuare a lavorare, perché la Juventus non farà sconti.

Sono pur sempre partite amichevoli, insomma, ma dalla serata del Franchi le indicazioni per la Fiorentina non sono state poche.