POCO VIOLA E MOLTO GIALLO. CHE ALMENO IL SINDACO CI AIUTI

06.12.2018 00:00 di Sonia Anichini  articolo letto 3082 volte
POCO VIOLA E MOLTO GIALLO. CHE ALMENO IL SINDACO CI AIUTI

Dura è la vita del tifoso viola! Un mio amico diceva “siamo nati per soffrire e ci riesce molto bene” soprattutto negli ultimi tempi, aggiungo. I misfatti che stiamo subendo ora non sono solo legati alla pochezza delle nostre ambizioni, ma dobbiamo anche difenderci dall’infamia che è caduta sabato sulla gente di Firenze per le ormai notissime scritte contro la Juve e Scirea. Di calcio si parla sempre meno perché sono quasi riusciti a farci passare la passione per la Fiorentina, sono riusciti ad anestetizzare anche i nostri dispiaceri. Meglio, direte e invece no. Quando si perdeva contro i gobbi, si passavano giornate con l’umore sotto i tacchi e con il nervoso che scorreva a fiumi. Ora invece mettiamo questa annunciata sconfitta fra le “disgrazie” inevitabili di questo ultimo corso viola e mi dispiace molto, perché avrei preferito essere incavolata nera come ai vecchi tempi.

Quello che invece mi mantiene viva la rabbia è quello che è stato inscenato sui muri vicino al Franchi e che ha avuto un eco nazionale da farci vergognare. Processati e condannati in diretta video prima della partita e poi a seguire per voce di tanti, troppi personaggi che danno fiato alle trombe quando è meglio che guardino in casa propria, vedi Nedved. Lezioni di stile dalla Juventus è quanto di più osceno si possa sentire, soprattutto dopo quello che ci ha svelato Report. Loro gli striscioni contro il Toro li hanno portati nello stadio con l’avallo della società! Premesso che quanto scritto fa schifo e fa schifo la mano che si è macchiata di questo gesto, dichiaro di non credere e di non aver creduto da subito che l’autore fosse un fiorentino. Le motivazioni sulla grafologia, l’errore sul nome di Scirea, le divergenze con il modus operandi della nostra Curva ormai li sanno tutti e non voglio ritornare su questi argomenti ma sposo la teoria che l’altro risultato ottenuto, oltre ad aver buttato melma sui supporters viola, è quello di avere azzerato il messaggio della coreografia a favore di Riccardo Magherini.

Ognuno ha il suo colpevole, viola, bianconero o altro, ma la cosa che mi preme di più è che le indagini trovino realmente chi ha compiuto questo oltraggio anche se ho sentito già parlare di telecamere che non inquadrano quel punto della strada. Che genio sarebbe stato questo pseudo tifoso! Avrebbe preparato il tutto con le strade chiuse ai fiorentini, sotto gli occhi delle forze dell’ordine e schivando con precisione le telecamere…roba da libro giallo!

Dopo i primi momenti dove tutti hanno preso le distanze, dalla società al Sindaco, mi piacerebbe ora che gli stessi si adoperassero perché fosse fatta chiarezza e si punisse chi realmente ha sbagliato. Ho qualche dubbio che i DV possano tendere una mano alla tifoseria viola ma Nardella deve pretendere che la nostra città esca pulita, come credo e spero, da questa cialtroneria. Non faccia cadere nel dimenticatoio quanto successo, sproni le autorità competenti ad andare fino in fondo. Poi aspettiamo le scuse da tutti, ad alta voce e su tutti i canali TV del mondo. Se non arriveremo alla verità fomenteremo solo i dubbi e le illazioni e, lo sappiamo tutti, a pensar male si va all’inferno, ma spesso ci si azzecca.

La Signora in viola