ASS. DEL RE, Vogliamo valorizzare C. di Marte

11.08.2020 12:59 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
Fonte: dal nostro inviato Niccolò Santi
ASS. DEL RE, Vogliamo valorizzare C. di Marte

Cecilia Del Re, Assessore all'Urbanistica del Comune di Firenze, ha preso la parola nel Cortile di Michelozzo in Palazzo Vecchio durante la conferenza stampa di presentazione dell'approvazione della delibera per la riqualificazione dell'area di Campo di Marte e la ristrutturazione dello stadio Franchi: "Dal 2012 al 2020, l'amministrazione con le diverse proprietà della Fiorentina si è adoperata per realizzare in quell'area un nuovo impianto sportivo concedendo numerose proroghe. A giugno 2019 abbiamo ripreso in mano questa questione dando l'alternativa della riqualificazione del Franchi oppure la costruzione di un impianto nell'area Mercafir. In quest'ultimo caso, dovremo rivedere l'area sud all'interno del piano operativo. Quanto a Campo di Marte, sarà un'occasione per ridisegnare una parte del nostro territorio con la nuova linea di tramvia e la realizzazione di un parcheggio. Si indica nella delibera anche i principi cui ci atterremo per ridisegnare il territorio, tra cui valorizzare il verde aumentandolo, improntare ogni nuovo intervento ai principi della massima sostenibilità ambientale. Area che manterrà la sua vocazione sportiva: nessuno sport dovrà modificare la propria sede".

Qual è l'idea sull'area commerciale?
"Quel quartiere cambierà, nel piano operativo diremo quanto commerciale avremo a Campo di Marte. Una volta che avremo disegnato quell'area potremo capire quanti volumi potrà sostenere anche in un'ottica di ridisegno. Se nascerà una grande area verde che si congiunge ai giardino, è ovvio che le attività lì potranno essere funzionali a tutto ciò".

Aumenterete la residenza per i volumi commerciali?
"Escludo questa ipotesi, salvo che non emerga un interesse in tal senso durante il percorso partecipato".

Quali sono le aree della città per la realizzazione di nuovi volumi?
"E' una verifica che stiamo facendo, oggi è ancora presto per individuare delle aree".