AQUILANI, Abbiamo creato tanto. Classifica fa piacere

02.10.2022 16:00 di Redazione FV Twitter:    vedi letture
Fonte: dal nostro inviato Andrea Giannattasio
AQUILANI, Abbiamo creato tanto. Classifica fa piacere
FirenzeViola.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Dopo la vittoria interna per 3-0 sull’Hellas Verona, il tecnico della Fiorentina Primavera Alberto Aquilani ha rilasciato dichiarazioni alla stampa presente, tra cui FirenzeViola.it. Queste le sue parole: “Una prova molo difficile. Affrontavamo una squadra che andava sempre uomo su uomo, quindi non era facile. Le partite che durano 90 minuti con questa intensità non sono facili. Noi abbiamo pareggiato questa intensità e poi sono uscite le qualità individuali che abbiamo, che non vanno alternate a pause di vuoto come successo in parte del secondo tempo. Ma siamo stati bravi, faccio i complimenti”. 

Mister la classifica dice primo posto, non la si deve guardare? 
“La classifica ci fa piacere. Soprattutto per le prestazioni: quando vinci facendo le cose che alleni fa sempre piacere. Noi vogliamo vincere, i ragazzi hanno qualità tecniche, calcistiche e umane importanti, fanno la differenza. Dobbiamo ribattere su questo per fare la carriera sia come squadra che come singoli che spero facciano”.  

Col Sassuolo eravate sotto di due gol e siete riusciti a pareggiare. La squadra ha fatto quel salto di qualità? 
“Quelle partite le vai a recuperare con l’agonismo e la fame che chiedo sempre, è un aspetto anche difficile da allenare perché devi averla dentro. Ma loro devono sapere che è importante, perché il calcio va in un modo difficile, i giovani che emergono sono pochi, quindi avere ragazzi che sono di qua ci tengono particolarmente fa davvero piacere”. 

Le parate di Martinelli sono state decisive prima che arrivassero il due e il tre a zero. 
“Comunque avevamo creato tanto, loro nel primo tempo non hanno mai calciato. Noi avevamo creato più occasioni, poi il calcio è questo. Magari non segni e ti butti giù. Ma è un percorso di crescita, io l’ho sempre sottolineato, magari abbassi l’intensità e rischi di subire gol, rischiando di sciupare una bella prestazione”. 

In casa ancora nessun gol subito. Le fa piacere? 
“Certamente. Dobbiamo essere una squadra consapevole non solo di far gol e giocare bene. Oggi se avessimo subito gol mi sarei arrabbiato anche se avessimo vinto 3-1, è una mentalità che sto cercando di inculcare. Bravo a Tommaso poi, il portiere è lì per quello quindi complimenti a lui”. 

Come lei sottolinea sempre, mai sottovalutare l’avversario. Anche oggi si è visto. 
“È un campionato così. Anche con l'Udinese avevamo fatto un match incredibile, e al 90esimo abbiamo rischiato di subire gol. Le partire non finiscono mai, è un fattore a cui noi lavoriamo e su cui cerchiamo di crescere sempre di più”. 

Ancora sul primo posto in classifica: “Fa piacere, non sono matto e non si può dire che non faccia piacere. Ma soprattutto vedo una crescita costante, i ragazzi stanno dando tutto. Mi spiace dover lasciare fuori qualcuno perché ci sono tanti ragazzi che si meriterebbero di giocare”.