VENUTI LEADER, BIRAGHI E DUSAN OK. PUM PUM PIATEK

13.01.2022 20:45 di Tommaso Loreto Twitter:    vedi letture
VENUTI LEADER, BIRAGHI E DUSAN OK. PUM PUM PIATEK
FirenzeViola.it
© foto di Image Sport

DRAGOWSKI - Comincia mettendo i pugni sul primo tentativo di Elmas ma dopo qualche incertezza nel gioco con i piedi (che Politano rischia di sfruttare) ha parecchie responsabilità nel pari del Napoli tra il rinvio sbagliato e il posizionamento sul tiro di Mertens. Conferma la confusione totale lasciando inspiegabilmente l’area sul retropassaggio di Venuti e facendosi espellere per l’uscita su Elmas, 4

VENUTI - Fa tutto sommato buona guardia poi è tradito dall’uscita di Dragowski a chiusura del primo tempo. In chiusura in mischia su Petagna si fa apprezzare dopo un’ora di gioco. Prezioso nel finale quando fa respirare i compagni guadagnandosi una punizione ad altezza corner, guida il gruppo al passaggio del turno con il gol del 3-2 e l’assist per il primo centro di Piatek. Prova da leader, 7

MILENKOVIC - Dopo la traversa centrata di testa sugli sviluppi di un corner, intorno al quarto d’ora, Prova a mettere una pezza dopo l’errore di Dragowski ma nel rimpallo è più fortunato il Napoli. Tiene alte le barricate nel secondo tempo e nei supplementari sfiora il gol, 6,5

NASTASIC - Primo tempo ordinato anche perché il risultato cambia più per demeriti del portiere che non per meriti dell’attacco di Spalletti. Tiene alta la guardia anche nella seconda frazione ma manca sul gol di Petagna che manda tutti ai supplementari prima che i viola dilaghino. Luci e ombre, 6

Dal 1'pts IGOR - Sostanza nella mezz'ora decisiva, 6

BIRAGHI - Qualche problema al ginocchio, e nelle discese di Politano, nella prima parte di gara. Chiamato alla punizione al limite sfodera il sinistro che bacia il palo e riporta la Fiorentina davanti. Può cominciare a omologare il Biraggiro, 7

CASTROVILLI - Parte titolare a sorpresa, nella zona di campo solitamente occupata da Bonaventura e giocando un primo tempo senza grandi sussulti. Più attivo in apertura di secondo tempo si sacrifica (molto) in copertura nell’ultima mezz’ora. Buoni segnali, 6,5

Dal 44’st BONAVENTURA - Finisce a terra, in area di rigore, su una corta respinta di Meret ma senza che l’arbitro fischi il rigore. Riprova il tiro più volte trovando però spesso i difensori davanti a lui, 6

TORREIRA - Buon dinamismo nei primi minuti in cui tocca moltissimi palloni. Quando c’è da lottare, nel secondo tempo, è il primo a buttarsi nella mischia e spesso ne esce vittorioso come quando Fabian Ruiz lo stende rimediando il secondo giallo. Instancabile, 6,5

DUNCAN - Duro su Politano rimedia il giallo ingenuamente dopo una ventina di minuti. Costretto a uscire dopo l’espulsione di Dragowski non pareva essere una grandissima serata, 5,5

Dal 44’pt TERRACCIANO - Subito un intervento importante, su Demme, nei suoi primi minuti di gioco, poi ringrazia il palo sul tentativo di Lozano ma la fortuna non guasta mai. Esce bene nel primo supplementare su Petagna poi si gode il finale della sua squadra, 6,5

GONZALEZ - Recupera un buon pallone nei primi minuti che consegna a Vlahovic per il primo tiro della gara poi finisce un po’ in ombra ma è bravo ad avviare l’azione che vale il momentaneo uno a zero. S’innervosisce poco prima dell’ingresso di Fabian Ruiz e forse anche per questo spreca la potenziale occasione per il terzo gol. Rimedia un brutto colpo alla caviglia che costa il rosso a Lozano e facendosi comunque apprezzare in copertura. Non brilla ma non demerita e certamente lotta, 6

Dal 44’st IKONÈ - Regala freschezza dalla sua parte e anche se ancora deve essere disciplinato al calcio italiano si regala il primo assist in maglia viola per il gol finale di Maleh, 6,5

VLAHOVIC - Primo tentativo da fuori, con risposta in corner di Ospina, e gol del vantaggio alla seconda chance lasciando Tuanzebe e il portiere avversario di stucco. Inevitabilmente più in difficoltà per l’uomo in meno fa quel che può nella ripresa ma far a meno di lui fa sempre paura, 7

Dal 30’st PIATEK - Tentativo al volo dalla lunghissima distanza su uno dei primi palloni toccati e primi movimenti da provare prima di avventarsi sull’invito di Venuti e firmare il 4-2 per il primo centro in viola. Ed è subito Pum Pum Pum 6,5

SAPONARA - Cresce costantemente minuto dopo minuto, regalando buone sensazioni fin dall’inizio fino all’azione che chiude con l’assist per il vantaggio di Vlahovic. Sacrificato dopo l’intervallo è comunque autore di una prova più che positiva, 6,5

Dal 1’st MALEH -  Gettato nella mischia in avvio di ripresa si fa pericolosamente anticipare da Demme in area di rigore. Ritrova le misure giuste con lo scorrere dei minuti e prova l’iniziativa personale nel primo tempo supplementare. Conferma la bontà degli inserimenti con il gol del definitivo 5-2 sul quale si fa trovare presente, 7

ITALIANO - La vera sorpresa è Castrovilli al posto di Bonaventura, per il resto è la squadra attesa con il ritorno di Saponara davanti e Nastasic dietro, con Duncan di nuovo titolare. Più attenti rispetto a lunedì scorso i suoi trovano anche il vantaggio grazie a Vlahovic ma si ritrovano raggiunti e in dieci contro undici per la serata no di Dragowski. Dopo l’intervallo inserisce Maleh richiamando Saponara e ringrazia la giocata di Biraghi che riporta in quota la sua squadra. Retto l’urto grazie anche al palo di Lozano ritrova la parità numerica nel finale e guadagna tempo inserendo Ikonè e Bonaventura prima d’infuriarsi (giustamente) per come viene fermato Ikonè lanciato a rete. Il pari di Petagna è beffardo ma nei supplementari è ancora il gruppo a venire fuori e a prendersi la qualificazione, mentre gli ingressi regalano nuovo sprint. Segnale che la risposta attesa dopo il k.o. di Torino è arrivata anche in una serata piena d'insidie, 6,5