PICCOLE INSIDIE PER GRANDI SOGNI

10.02.2024 19:00 di Ludovico Mauro Twitter:    vedi letture
PICCOLE INSIDIE PER GRANDI SOGNI
FirenzeViola.it
© foto di Federico De Luca

Poche volte come quest’anno è capitato un rendimento abbastanza al ribasso di tante big del campionato. Tolte Inter e Juventus che sin da subito hanno tenuto un ritmo da scudetto, per lunghi tratti c’è stata una marcia più che a rilento di svariate squadre d’alta classifica. Ha provato ad approfittarne - e lo ha fatto - la Fiorentina, lesta nell’infiltrarsi anche nel treno dell’Europa più nobile, distaccato poi da un gennaio triste, senza vittorie e con lo scivolone al nono posto.

Ciononostante, la classifica è sempre corta e i viola non vogliono mollare la presa sulle concorrenti. Dalla debacle di Lecce è passata una settimana e domani si torna in campo contro il Frosinone, una “piccola” con ancora un buon margine sulla zona retrocessione. Ed è proprio contro le cosiddette “piccole” - col massimo rispetto - che solitamente si costruiscono i campionati d’alta quota. Lo dimostra anche la prima Fiorentina di Italiano, arrivata settima nel 2021/22 nonostante tanti scontri diretti finiti male, ma molto spesso impeccabile - pur comunque con qualche inciampo - contro le squadra della seconda metà della graduatoria.

Quest’anno le occasioni gettate al vento contro chi occupa i bassifondi della classifica sono state già diverse, basti pensare a pareggio e sconfitta in due turni col Lecce, al ko casalingo con l’Empoli, a quello di Reggio Emilia col Sassuolo, al pari con l’Udinese e quello dell’andata contro il Frosinone. E allora domani riecco i ciociari, da battere per riprendere il cammino interrotto un mese fa e anche per una piccola soddisfazione personale di Vincenzo Italiano, che ha nei gialloblu l’unico avversario - assieme alla Lazio - mai battuto in Serie A da allenatore della Fiorentina.