NON SOLO I RISCATTI. LE SCADENZE DEL 30 GIUGNO 2022

28.05.2022 11:00 di Giacomo A. Galassi Twitter:    vedi letture
NON SOLO I RISCATTI. LE SCADENZE DEL 30 GIUGNO 2022
FirenzeViola.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Le prime decisioni da prendere in casa Fiorentina saranno legate alle scadenze del 30 giugno prossimo. E al di là delle questioni relative ai riscatti di Torreira e Piatek, oltre al termine del prestito secco di Odriozola con il Real Madrid, ci sono le scadenze dei contratti a tenere banco. Non sono molte ma possono risultare decisive: perché se Callejon è destinato a salutare e tornare molto probabilmente nella sua Spagna dopo quasi dieci anni vissuti in Italia, i rinnovi di Rosati e soprattutto di Saponara possono essere il primo tassello da mettere in vista della prossima stagione.

Per quanto riguarda il portiere l'intenzione è quella di proseguire assieme ancora un altro anno, nonostante i prossimi 39 anni del portiere. Lo spirito e la presenza di Rosati in spogliatoio sono uno dei tanti elementi che hanno concorso al ritorno in Europa della Fiorentina e visto che resta il giocatore meno pagato in rosa è difficile pensare ad un suo addio. Anche se il ritorno di Cerofolini può imporre delle riflessioni anche in questo senso.

Chiaro comunque che la questione principale sia legata a Riccardo Saponara. Dopo l'ultima partita della stagione l'esterno si è lasciato andare in parole che prospettano un suo continuo con la maglia viola anche per il prossimo anno, però bisognerà trovare un accordo economico ma non solo: fino al 30 giugno prendeva 1 milione all'anno, scavallati i 30 anni è difficile la Fiorentina possa andare al rialzo. E c'è l'incognita legata anche alla durata di un nuovo contratto.

Bisognerà capire se offerta e domanda coincideranno anche se la volontà da entrambe le parti - soprattutto se resterà Italiano - è quella di continuare insieme. La sensazione è che tutto sarà chiarito al ritorno in Italia di Joe Barone dopo il 10 giugno.