NARDELLA, Nuovo stadio in 48 mesi: ecco gli step

14.10.2019 16:30 di Andrea Giannattasio Twitter:    Vedi letture
Fonte: dal nostro inviato a Palazzo Vecchio
NARDELLA, Nuovo stadio in 48 mesi: ecco gli step

A poche ore dalla delibera da parte della giunta comunale nel corso della quale il Comune di Firenze ha reso pubblica la sua intenzione di mettere in vendita i terreni occupati attualmente dal centro alimentare polivalente Mercafir (dando così la possibilità, in caso di acquisizione da parte della Fiorentina, di rendere il futuro stadio nuovo di proprietà), il sindaco di Firenze Dario Nardella ha tenuto una conferenza stampa presso la sala Cosimo I di Palazzo Vecchio. Di seguito i concetti più importanti: “Questa mattina la Giunta ha approvato all'unanimità il percorso di realizzazione del nuovo stadio, che sarà realizzato nella zona Sud, come era previsto già nel 2013. Il percorso è articolato in 10 punti: 1° punto, nessun project financing ma vendita diretta dell'area in modo che lo stadio sia di proprietà per favorire il total control da parte della proprietà. 2° punto: verrà modificato il piano di alienazioni che sarà l'atto propedeutico per la gara di vendita che partirà a gennaio. 3° punto: c'è già la variante urbanistica che prevedere già la dislocazione dello stadio: questa variante sarà perfezionata a favore della riduzione dei tempi. Le altre opere non saranno propedeutiche ma collegate allo stadio. I lavori per lo stadio potranno già iniziare. 4° punto: il parcheggio di circa 1.500 posti sarà a carico di Firenze Parcheggi e abbiamo già degli atti. 5° punto: lo spostamento della Mercafir avverrà al massimo in 24 mesi, cercheremo di accorciare questo termine ed è il tempo necessario per qualunque società per la redazione di un progetto esecutivo. Faremo collimare i tempi di progettazione e quelli per la liberazione dell'area. Massimo 24 mesi, noi lasceremo l'area libera per iniziare a costruire. 6° punto: i proventi della vendita dell'area Mercafir serviranno per realizzare il primo lotto del nuovo mercato. 7° punto: faremo un'approvazione di progetto di opera pubblica tramite la giunta comunale, la cosa non passerà dal Consiglio: questo per accorciare ancora i tempi. 8° punto: non ci saranno aggravi per gli operatori della Mercafir. I lotti successivi al primo, saranno fatti tramite capitoli d'investimento che individueremo tramite i prossimi bilanci. Nulla sarà a carico degli operatori. 9° punto: da questa settimana l'ingegner Parenti e Jacopo Vicini faranno parte di una task force per la realizzazione del nuovo stadio e lavorerà solo su questo, informandomi giorno per giorno. 10° punto: l'obiettivo è finire tutto in 48 mesi, ovvero progettazione e realizzazione del nuovo stadio. E' un obiettivo reale calcolato in base alle medie europee".

Sul prezzo dell'area: "Gli uffici sono già al lavoro, tra pochi giorni avremo la stima. L'area interessata comprende 32 ettari, togliendo i parcheggi sono 22 ettari. Il presidente Commisso aveva posto tre clausole: total control, fasf fast fast e costi ragionevoli. Ci sarà come sempre una base d'asta".

Se ha parlato con Commisso: "Ho parlato sia con lui che con Barone: mi sembrava contento di questa svolta".

Sui tempi: "Serve una formalizzazione di una manifestazione di interesse: da allora scatteranno i 24 mesi per spostare il mercato".