L'IDEA DDR TRA VECCHI AMICI, L'AFFETTO PER DAVIDE E MILANO

24.06.2019 10:00 di Andrea Giannattasio Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
L'IDEA DDR TRA VECCHI AMICI, L'AFFETTO PER DAVIDE E MILANO

Per il momento si tratta soltanto di una suggestione, anche perché i diretti interessati stanno smentendo a diritto. L’idea però che Daniele De Rossi possa vestire la maglia della Fiorentina nella prossima stagione è una speranza che a Firenze sta aumentando ora dopo ora. Un contatto tra le parti, del resto, c’era stato già qualche settimana fa, quando l’ex capitano della Roma aveva in testa soltanto un’avventura all’estero, preferibilmente in America. Ora però la situazione si è del tutto capovolta: DDR ha infatti comunicato alle persone a lui più vicine la volontà di rimettersi in gioco in Serie A con la divisa di un altro club e tra le società che da tempo hanno preso informazione sul campione del mondo 2006 c’è proprio la Fiorentina

L’enclave giallorosso (costituito dal neo ds Pradè, dall’allenatore Montella, il medico sociale Pengue e la responsabile degli eventi istituzionali Turra) potrebbe giocare un ruolo chiave, così come la vicinanza tra Roma e Firenze e la volontà di indossare quella che fino a poco tempo fa è stata la maglia di Davide Astori, una delle persone alle quali De Rossi è sempre stato legato. Non fu dunque un caso che, in quanto capitano, Daniele sia stato all'inizio dello scorso campionato uno dei primi a schierarsi al fianco della Fiorentina nella battaglia per il mantenimento della fascia DA13, in ricordo del difensore scomparso il 4 marzo 2018: "Mi metterò la fascia della Lega solo per rispetto di Davide" dichiarò nello scorso settembre.

Altre due però sono le sirene che in questo momento si stanno facendo sentire dalle parti di casa DDR: quella del Milan e quella della Sampdoria. Da un lato il nuovo ds dei rossoneri Massara (anch'egli ex Roma) starebbe cercando di convincere il giocatore forte di un’offerta economica decisamente superiore a quella che viola e blucerchiati potrebbero mettere sul piatto per il giocatore, dall’altra il richiamo di due figli della Lupa (benché traslati a Genova) come Di Francesco e il vulcanico presidente Ferrero potrebbero giocare un ruolo importante nella definizione del futuro del mediano, reduce da un’annata in chiaro scuro con la maglia della Roma. La Fiorentina per il momento resta alla finestra, preferendo smentire qualsiasi recente contatto (anche se, ribadiamo, in passato c’è stato). Ma nel mercato, come sempre, mai dire mai.