DRAGO RINVIA TUTTO AL MERCATO


26.01.2020 00:00 di Tommaso Loreto Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico De Luca 2020
DRAGO RINVIA TUTTO AL MERCATO

Un punto firmato Dragowski e una buona volontà alla quale urge aggiungere qualità in mezzo al campo e alternative in difesa. Nel pareggio interno con il Genoa, fanalino di coda del campionato, forse si poteva osare qualcosa di più in termini di propensione offensiva, magari immaginando in campo tre uomini come Chiesa, Cutrone e Vlahovic. Ma nella scelta di Iachini c'è anche il bisogno di regolarità che ha questa Fiorentina, che comunque in termini di approccio aveva tenuto fede alle richieste del proprio allenatore. 

I primi venti minuti avevano mostrato la squadra giusta, rapida, spesso in grado di sfondare a destra con Lirola. Poi però un altro passaggio a vuoto di Pezzella anticipava la serata di grazia di Dragowski, capace di far conoscere a Criscito il sapore del primo rigore fallito in carriera. Non che i viola abbiano accusato troppo l'occasione piovuta sul Genoa nell'ambito del solito arbitraggio piccato di Orsato, ma qualcosa alla lunga è venuto meno, come minimo in termini di manovra offensiva e inventiva. 

Fin troppo lampante la lacuna in mezzo al campo per una squadra che ieri sera si è spenta dopo l'uscita di Castrovilli (auguri di pronto recupero) e costretta a ricorrere a vecchie conoscenze come Maxi Olivera ed Eysseric (entrambi entrati comunque bene in partita al pari di Vlahovic) tanto che proprio l'insuperabilità finale di Dragowski ha sostanzialmente salvato il punto. Che non farà saltare di gioia la tifoseria nè cambia di troppo la classifica, ma che più di altro evidenzia il bisogno della Fiorentina di un innesto, importante, in mezzo al campo. Ieri ha pensato Dragowski a rimandare tutto al 31 gennaio, a Torino senza Milenkovic e Caceres seriverebbero assolutamente volti nuovi anche in difesa.