CALMA APPARENTE

23.07.2019 17:16 di Luciana Magistrato   Vedi letture
CALMA APPARENTE

La bomba è detonata in America: strappo tra Fiorentina e Chiesa. Ma poi tutto è tornato calmo. O almeno apparentemente. Federico Chiesa in queste ore si sta prendendo le sue responsabilità, da solo, affrontando la nuova proprietà che fino al 16 luglio non aveva mai incontrato. Ma su di lui erano scorsi fiumi di parole e d'inchiostro. Il padre Enrico è rimasto in Italia, anche per problemi familiari, e il peso della gestione della situazione è tutto sul figlio. Prima l'incontro con Commisso in tribuna, con il giocatore che vuole un incontro più approfondito con il presidente, ma la tranquillità e il sorriso in realtà non hanno mai abbandonato Federico, che ha continuato a lavorare secondo i dettami di Montella. A breve le parti si affronteranno ancora ma certo è che la Fiorentina, se da una parte sta mostrando all'esterno giustamente il pugno duro per trattenere un talento intorno al quale vuole costruire la squadra, dall'altra non sta proteggendo da voci e indiscrezioni proprio il suo giocatore-chiave, rimasto forse male proprio da questo più che dal fatto di non essere ceduto. E basta una parola fuori posto per mettergli contro anche i tifosi. Ma Chiesa come detto da parte sua cerca di rimanere tranquillo, comportandosi da professionista, senza in realtà una vera posizione di scontro. Insomma per ora c'è una situazione di calma apparente. D'altronde in mancanza di prese di posizione di Federico, resta un contratto di tre anni e quello è un dato di fatto.