C'E' LA PRIMA OFFERTA PER MANDRAGORA: COMMISSO VUOLE ESCLUDERE LA JUVE

24.01.2020 13:00 di Pietro Lazzerini Twitter:    Vedi letture
Fonte: Ha collaborato Alessio Del Lungo
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
C'E' LA PRIMA OFFERTA PER MANDRAGORA: COMMISSO VUOLE ESCLUDERE LA JUVE

Fiorentina-Mandragora avanti tutta. Il club viola ha deciso di provare ad acquistare uno dei pupilli del direttore Pradè e da ieri ha intensificato i contatti con l'Udinese per capire la fattibilità dell'operazione. A Milano ci sono stati alcuni incontri incrociati tra l'Udinese, alcuni emissari del club viola e la Juventus per provare a trovare la quadra, con i dirigenti di Commisso che hanno già presentato una prima offerta esplorativa da 15 milioni di euro. I friulani hanno deciso di dare il via libera alla trattativa, chiedendo però una cifra di circa 20 milioni di euro. Il presidente italo-americano è disposto ad aumentare l'offerta per uno dei principali talenti del calcio italiano, portando avanti la politica iniziata la scorsa estate e proseguita a gennaio con l'acquisto di Cutrone, ma non è disposto a lasciare alla Juventus il diritto di riacquisto del calciatore che attualmente è presente nel contratto con la società di Pozzo.

Intanto sotto traccia lavora anche la Roma, che ha parlato con il ds Marino proponendo un prestito con diritto di riscatto. Un'operazione che non soddisfa l'Udinese, disposta a lasciare andare il calciatore solo in prestito con obbligo di riscatto o a titolo definitivo. I giallorossi per questo restano vigili, sempre però portando avanti anche altre trattative. In tutto questo la Fiorentina non ha ancora parlato con gli agenti del giocatore, anche se questo non dovrebbe essere un limite visti gli ottimi rapporti dello stesso Pradè con giocatore ed entourage. Tra l'altro, la possibilità viola non è mai del tutto tramontata in questi mesi per il giocatore bianconero, che ha continuato a seguire la squadra prima di Montella e ora di Iachini come una delle potenziali prossime tappe della propria carriera. 

Difficile che la trattativa evolva rapidamente prima del weekend, con la Fiorentina che salirà a Milano con Pradè e Barone solo a partire da lunedì, giorno da cerchiare in rosso per il via alle danze finali di questo mercato invernale viola.