RIGANÒ, Ora ci vuole gente che può. Un mio ritorno...

26.06.2019 09:15 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lady Radio
© foto di Federico De Luca
RIGANÒ, Ora ci vuole gente che può. Un mio ritorno...

L'ex attaccante della Fiorentina Christian Riganò è intervenuto questa mattina per commentare i temi di casa viola. Ecco un estratto delle sue parole: "A Firenze fa caldo e non c'è il mare, ma quando ho scelto di vivere qua ne ero a conoscenza (ride, ndr). L'atmosfera con la nuova proprietà? Il momento è diverso rispetto ai miei tempi perché al tempo è stata fatta un'ingiustizia. La città era ancora scottata da quello che era successo, mentre in questo caso semplicemente la situazione con i Della Valle si era spinta troppo in là ed era diventata insostenibile. Commisso? Di sicuro ha più soldi di me (ride, ndr). E' una persona che si è data da fare e che emigrando è riuscito a fare fortuna con il duro lavoro, e non è scontato. Son tutti bravi a dire "eh ma ha i soldi", però per farli uno deve prendersi dei rischi da non sottovalutare. Ora non so quanto investirà sul mercato perché ha appena speso per comprare il club, ma Firenze vuole partire quantomeno per poter lottare per un obiettivo e non per fare un campionato mediocre. L'importante è non mentire ai tifosi. Un mio ritorno alla Fiorentina? Sarei onorato ma con me non si è fatto sentire nessuno. Con altri la nuova proprietà ha parlato, con me no. Io ci lavorerei molto volentieri alla Fiorentina ma il fatto che non mi chiamino non mi porta a criticare a prescindere. Muriel? Non ho rimpianti che abbia lasciato. E' un buon giocatore ma ha dimostrato troppa discontinuità in carriera. Dobbiamo smettere di avere gente che potrebbe, ci vuole gente che può".