IACHINI, Le critiche sono normali. Callejon...

24.10.2020 15:32 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
IACHINI, Le critiche sono normali. Callejon...

Il mister della Fiorentina, Beppe Iachini, ha parlato così tramite il sito ufficiale viola, alla vigilia della sfida di domani contro l'Udinese: "Il gruppo è coinvolto nel nostro lavoro. I nuovi arrivati si stanno inserendo un po’ alla volta. Abbiamo la convinzione di poter fare una buona stagione. Il campionato è lungo e abbiamo la capacità e le caratteristiche per far bene. Le critiche sono normali quando non arrivano i risultati. Bisogna essere forti nel cuore e nella testa per migliorarsi con il lavoro. Adesso dobbiamo analizzare il perché ci sia stato qualche problemino. Abbiamo fatto un finale di stagione, l'anno scorso, davvero ottimo. I tanti assenti per le Nazionali sono un motivo di orgoglio per la nostra società ma sono anche un problema perché non li hai durante gli allenamenti. In 45 giorni abbiamo perso i nostri calciatori per 25. Siamo partiti molto bene sia contro il Torino che contro l'Inter e infatti la Fiorentina faceva parlare bene di se.  Abbiamo avuto anche qualche problema in questo inizio di stagione a livello fisico con Pezzella e Ribery in particolare".

Nuovi arrivati? "Li stiamo facendo inserire allenamento dopo allenamento e sono certo che ci saranno utili".

Come mai questi problemi in difesa? "Quest'anno volevamo creare una squadra più offensiva e infatti abbiamo creato tanto. I gol subiti sono arrivati per motivi casuali e questo mi dispiace. Lavorando insieme ritroveremo le nostre qualità e la nostra compattezza".

Tifosi? "Ci mancano ora come anno scorso. Sono importantissimi i tifosi sia in casa che in trasferta. A casa nostra sono ancora più fondamentali. Ora dobbiamo scendere in campo e sono certo che le soddisfazioni arriveranno". 

Commisso? "Il presidente Commisso e la società vedono la qualità del nostro lavoro e vedono anche che in queste settimane ci sono stati più ‘Primavera’ che titolari a disposizione.".

Udinese? "Ora nessuno ha la bacchetta magica ma ora contro un’Udinese qualitativa e con individualità di rispetto dovremo fare una grande partita, giocando il nostro calcio con serenità. In particolare la lettura delle ultime partite ci ha detto che malgrado il buon avvio siamo calati alla distanza quindi dovremo lavorare in questa direzione. Siamo partiti sempre bene nella prima mezz'ora ma poi siamo calati durante la partita e su questo dobbiamo migliorare. L'Udinese ha tenuto i giocatori forti e ha preso giocatori di grande qualità dovremo stare attenti e dobbiamo sfruttare gli episodi per riuscire a prendere i tre punti".

Difesa? "Pezzella vuole esserci domani, ma abbiamo anche un Martinez Quarta che sta spingendo per essere in campo il prima possibile".

Callejon? "Anche Callejon vuole essere in campo. Sta lavorando bene, ma valutiamo al meglio anche con lo staff medico per capire a che punto è con la condizione. Dovremo essere attenti e bravi a gestirlo nel migliore dei modi”