DELLA ROCCA A RFV, Bologna non è solo Zirkzee. Jack...

13.02.2024 13:13 di Redazione FV Twitter:    vedi letture
DELLA ROCCA A RFV, Bologna non è solo Zirkzee. Jack...
FirenzeViola.it
© foto di Federico De Luca

Francesco Della Rocca a Radio FirenzeViola

Il collaboratore tecnico della formazione Under 15 del Bologna, oltre che doppio ex calciatore rossoblu e viola, Francesco Della Rocca è intervenuto a Radio FirenzeViola durante la trasmissione "Chi si Compra" per parlare della sfida di domani tra Bologna e Fiorentina. Queste le sue parole: "Sicuramente mi fa piacere per entrambe le società che sono ambiziose e lo stanno dimostrando con i fatti. Domani sarà una gara in cui si affrontano due squadre che propongono un bel calcio".

Confronto in mediana tra Bologna e Fiorentina? 
"Sicuramente si equivalgono come livello di giocatori. Il Bologna gioca prevalentemente con gli stessi calciatori nella zona mediana del campo, soprattutto con Freuler e Ferguson. Anche alla Fiorentina gli interpreti sono un po' sempre gli stessi tra  Arthur, Duncan e Mandragora. Vedremo ora come vorrà giocare Italiano con l'arrivo di Belotti se continuare con il 4-2-3-1 o con le due punte. Senza dimenticare Bonaventura che è un giocatore fondamentale".

Su Bonaventura, pensa che Italiano lo abbia lasciato a riposo contro il Frosinone per questa partita oppure rigiocherà Beltran dietro a Belotti?
"Penso che sia stato fatto questo esperimento proprio in vista della sfida di domani. Secondo me contro il Bologna non rischierà le due punte ma giocherà Bonaventura sulla trequarti". 

Bologna-Fiorentina sarà anche Belotti-Zirkzee
"Sono giocatori con caratteristiche diverse. Belotti è più finalizzatore mentre Zirkzee sta dimostrando di essere completo perché oltre alle capacità di rifinitura ha dimostrato di saper fare anche gol. La Fiorentina dovrebbe cercare, magari con un giocatore davanti alla difesa, di coprire le linee di passaggio centrali verso la punta olandese. Anche se il Bologna non è solo Zirkzee, ha esterni forti e anche tante altre armi come Calafiori dalla difesa".

Sul mancato arrivo di Gudmundsson
"Penso che sia semplice. La Fiorentina non è arrivata alla richiesta fatta dal Genoa. I liguri non volevano privarsi ora di un giocatore che a giugno può valere anche di più".

Italiano e Thiago Motta saranno gli allenatori del prossimo Bologna-Fiorentina?
"Il Bologna farà fatica a trattenere Thiago Motta perché sicuramente avrà mercato anche all'estero. Italiano dipende tanto dai risultati che arriveranno da qui a fine stagione. Se continuerà a fare bene potrebbe rimanere, lui ha secondo me più mercato in Italia che all'estero ma ci sarà il dubbio fino alla fine".

PER L'INTERVISTA COMPLETA ASCOLTA IL PODCAST