ANTONELLI A RFV, Pulgar doveva essere il titolare

08.08.2022 15:13 di Redazione FV Twitter:    vedi letture
ANTONELLI A RFV, Pulgar doveva essere il titolare
FirenzeViola.it

L'agente di mercato Stefano Antonelli è stato intervistato a Radio FirenzeViola. Ecco le sue parole: "Il mercato ha momenti di riflessione e momenti in cui si accende. Ci sono le contente e le deluse, la Fiorentina fa parte delle prime. Lasciamo perdere la partita di Siviglia. La squadra sta scaricando tutto il lavoro fatto dai primi di luglio ad oggi. Credo che tranne l’alternativa a Biraghi, la Fiorentina abbia messo dentro tutti giocatori di qualità. È una squadra forte, i tifosi devono essere molto contenti. Questa è una squadra completa, io ho stima per la Fiorentina. Bisogna essere onesti, è stato fatto un mercato di altissimo livello. È vero che c’è Castrovilli fuori, così come Jovic che deve entrare in condizione. Ma la Fiorentina è forte e completa". 

Su Terzic: "Deve andare a giocare con continuità. Perché è un giocatore che deve mettersi in mostra per far capire quale sia il suo vero valore".  

Sul calcio di Italiano: "La Fiorentina è votata alla qualità del palleggio, sicuramente nel verticalizzare. Italiano sta lavorando per costruire una squadra piena di qualità tecnica, ma soprattutto di giocatori che sappiano fare più ruoli. Amrabat abbiamo visto tutti le difficoltà che ha avuto dopo l’arrivo da Verona, ma nel girone di ritorno abbiamo visto che è fiorito. Non è una mezzala, perché è uno di lettura. Mentre mandragora in fase di possesso fa poche sbavature. Possono giocare assieme, addirittura con i due mediani in mezzo al campo". 

Sul centrocampo: "Torreira è uno che stimo, l’abbiamo visto lo scorso anno che cosa ha fatto. Ma se lo scorso anno Pulgar non avesse avuto un costante “mal di pancia” sarebbe stato il titolare. Veniva prima di Torreira, ma si è fatto fuori da solo accettando di andare in Turchia".  

Sul caso Milenkovic: "Sicuramente Milenkovic ha un contratto in scadenza, quindi la società non ha il potere che vorrebbe. La verità la sanno Barone e Pradè insieme a Ramadani. Quello che penso è che dopo il 15 agosto non partirebbe. Perché la Fiorentina perderebbe un perno, molto difficile da sostituire. Non se ne trovano a quel punto difensori di quel calibro. Essendo in scadenza, può benissimo liberarsi a 0 a gennaio. Le società sono anche aziende. Comunque per me Milenkovic farebbe il titolare sia all’Inter che alla Juventus. È vero che il calcio non si ferma a Milenkovic, ma l’Inter deve decidere se cedere Skriniar o meno, mentre la Juventus mi fa riflettere. Una riflessine mi viene: hanno speso 40 milioni per Bremer, mi sento di dire che qualcosa bisognerà fare".