TRADIZIONE ALBICELESTE

03.08.2021 00:00 di Tommaso Loreto Twitter:    vedi letture
TRADIZIONE ALBICELESTE

E’ già tempo di tornare in campo per la Fiorentina, e d’altronde il mese appena cominciato è già quello dei primi impegni ufficiali, a cominciare dalla Coppa Italia per arrivare alle prime due giornate di campionato. Per mister Italiano sono in arrivo altri giorni fondamentali, utili a conoscere quei nazionali che non potevano allenarsi in ritiro a Moena.

Così se Quarta e Pezzella hanno già avviato la propria tabella di lavoro, pur rispettando i protocolli Covid che impongono l’unico tragitto da casa per raggiungere il centro sportivo, il terzo argentino del clan albiceleste è atterrato ieri in città, con un carico di curiosità inevitabile. La scomoda etichetta dell’acquisto più costoso della storia viola non è l’unico motivo d’interesse per questo attaccante che pare aver tutto per conquistare Firenze e i fiorentini.

Rapidità, tecnica, le doti tipiche dell’esterno offensivo moderno, è anche e soprattutto da Nico Gonzalez che passerà gran parte della rinnovata manovra di Italiano. Il primo vero acquisto della Viola 3.0 dell’era Commisso, un sudamericano che arriva senza troppi riflettori abbaglianti ma che nel giro di poco potrebbe già diventare riferimento dei compagni e di una tifoseria alla disperata ricerca di nuovi simboli. Più smaniosi di lasciare il segno in viola che non di vivere tappe di passaggio.