SEGNALI DAL CHINO: IACHINI È PRONTO A DARGLI SPAZIO

26.10.2020 19:30 di Andrea Giannattasio Twitter:    Vedi letture
SEGNALI DAL CHINO: IACHINI È PRONTO A DARGLI SPAZIO

La sostituzione arrivata a fine primo tempo, con l’abbraccio a bordo campo con Pezzella, è suonata a tanti come un simbolico passaggio di testimone. Del resto non è un mistero che Lucas Martinez Quarta, anche in virtù del ricco investimento fatto dalla Fiorentina nel corso del mercato estivo, sia destinato presto o tardi a divenire una delle colonne portati della retroguardia viola. Un reparto che, numeri alla mano, non solo sta viaggiando ad una media reti-subite doppia rispetto a quella dello scorso campionato ma che già al termine di questa stagione potrebbe essere completamente smembrata: Milenkovic e Caceres sono in scadenza di contratto (con risicatissime chances di rinnovo per entrambi) mentre Pezzella non sembra più rientrare nei piani della Fiorentina, a giudicare da come Pradè ha liquidato il discorso relativo al suo prolungamento nella conferenza di fine mercato.

Martinez Quarta dunque, con i suoi 58’ giocati senza infamia e senza lode ieri contro l’Udinese, ha mosso i primi passi verso la sua consacrazione in maglia viola e dopo la prova con i friulani è pronto ad essere testato anche dopodomani in Coppa Italia contro il Padova. In quella circostanza, oltre al passaggio del turno, Beppe Iachini andrà infatti alla ricerca di nuove soluzioni tattiche, testando quei giocatori che fino ad oggi si sono visti meno e mettendo alla prova chi - come l’ex River - è in rampa di lancio per passare dall’essere una scommessa ad una certezza. E i numeri collezionati contro la formazione di Gotti, pur in una gara molto faticosa a livello difensivo e assolutamente anomala per Martinez Quarta (chiamato a debuttare nel campionato italiano a freddo) confermano che la base di partenza non è affatto male.

Il “Chino” (come ha già imparato a chiamarlo Iachini dalla panchina) ha portato a termine in modo positivo il 76% delle azioni che lo hanno visto protagonista, ottenendo un’altissima percentuale anche sui passaggi accurati (il 92%, ovvero 23 su 25) e vincendo anche il 75% dei duelli arei e fisici che ha dovuto fronteggiare (6 su 8). Dati dunque che lasciano ben sperare, in attesa che Pezzella si ristabilisca dai problemi fisici accusati ieri (per lui fastidi alla caviglia destra) e che Caceres ritrovi quella lucidità che ha mostrato all’inizio della scorsa stagione. Nelle gerarchie difensive infatti Igor non sembra essere in cima ai desideri dell'allenatore.