PASQUAL, Io non smetto. Traorè e Rasmussen...

11.06.2019 11:35 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
Fonte: Dall'inviata Luciana Magistrato
PASQUAL, Io non smetto. Traorè e Rasmussen...

Manuel Pasqual ha parlato direttamente da Pitti Uomo e, intercettato dai media tra cui FirenzeViola.it, ha cominciato parlando del finale di stagione con l'Empoli prima di arrivare alle questioni di casa Fiorentina: "Con l'Empoli ci abbiamo provato fino in fondo, peccato perché abbiamo ì perso troppi punti all'inizio. Il mio futuro? Voglio giocare ancora: mi sento bene e voglio ancora fare il calciatore. Riconosco i miei limiti ma so di poter dare ancora qualcosa, vediamo". 

Sui Della Valle: "La famiglia Della Valle la ringrazio perché mi hanno dato l'opportunità di fare calcio a Firenze, in una città che ama il calcio e del quale ero anche capitano. Per me è stato un orgoglio. Ora c'è il cambio di proprietà ed è stato subito riportato l'entusiasmo. Si riparte, è una nuova era. Spero che giovi alla Fiorentina e a tutta la città. Montella? Sono scelte che spettano a società e allenatore. Di sicuro conosce pregi e difetti dell'ambiente, il che può essere un buon punto di partenza per ripartire".

Su Corvino e Pradè: "Corvino è stato il primo a credere in me svariati anni fa. C'è un rapporto particolare con il direttore. Pradè? C'è la possibilità che torni e vale lo stesso discorso per Montella: il fatto di conoscere già l'ambiente è un grande vantaggio. Speriamo giovi anche al sottoscritto, chi lo sa".

Su Chiesa, Traorè e Rasmussen: "Chiesa è un grandissimo campione ed è giusto che le grandi squadre lo cerchino. La Fiorentina dovrebbe ripartire da lui ma deve anche costruire una squadra attrezzata e all'altezza. La società e l'allenatore dovrà prendere una decisione in maniera veloce. Io gli darei volentieri i miei consigli visto che è una mia prerogativa anche se mi sembra un ragazzo con la testa ben salda. Ha bisogno di pochi consigli. Traorè? All'inizio ha vissuto un po' in maniera preoccupante la situazione perché chiunque in quella situazione si sarebbe preoccupato. Poi però ha dimostrato di stare bene. Peccato, perché da noi ha dimostrato di essere un giocatore di valore: ha la possibilità di diventare un grande giocatore. Rasmussen? Ha grandi margini di miglioramento e ha già esperienza internazionale. Riuscirà a dare il proprio contributo anche alla Fiorentina".

Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.