L'ANNO DEI BIG: Stevan Jovetic

25.12.2010 12:30 di Paolo Bocchi   Vedi letture
© foto di Giacomo Morini
L'ANNO DEI BIG: Stevan Jovetic

Il 2010 di Jovetic si apre con un riconoscimento: la rivista spagnola Don Balon lo inserisce nella lista dei migliori 10 talenti del calcio mondiale. Dopo aver saltato le prime gare dell'anno per infortunio, il gioiello montenegrino fa il suo ritorno in squadra nella brutta sconfitta di Palermo; un 3-0 che parla da solo. Dopo la squalifica di Mutu per il caso sibutramina, l'ex partizan si carica la squadra sulle spalle già il 31 gennaio a Cagliari quando, con un gol (dedicato a Mutu) e un assist, propizia il pareggio viola. Il 9 marzo per Firenze è la notte più attesa, arriva il Bayern Monaco a giocarsi l'accesso ai quarti di Champions League e Jo-Jo non si fa pregare: segna due gol e porta una città intera alle soglie del paradiso, prima che l'eurogol di Robben spenga di colpo i sogni di gloria. La Fiorentina si rituffa nel campionato e, nella difficile trasferta di Napoli, offre una prova di orgoglio: 3-1 il risultato a favore dei viola con Jovetic che mette il sigillo appoggiando in rete a tempo scaduto. Il 28 marzo arriva l'Udinese e il riccioluto attaccante viola firma di testa la rete del 4-1. Dopo questa vittoria qualcosa si incrina in casa viola e la squadra inizia una lenta discesa in classifica nonostante il montenegrino sia sempre uno dei più positivi. Per lui ormai inizia a prospettarsi il ruolo di faro della squadra prima occupato da Mutu.
Arriviamo alla fatidica data del 3 agosto: dopo uno scontro di gioco con Mario Bolatti durante l'allenamento a S.Piero a Sieve, Jovetic si infortuna al ginocchio destro. Il giorno dopo, il responso degli esami medici è una mazzata: lesione al legamento crociato anteriore e al legamento collaterale esterno del ginocchio, prognosi non inferiore ai sei mesi. In seguito ad accertamenti medici emerge che gli interventi chirugici necessari saranno addirittura due, con conseguente allungamento dei tempi di recupero di altri due mesi.
Il 4 ottobre viene operato presso la Hessingpark Klinic di Ausburg per la ricostruzione del legamento crociato anteriore del ginocchio e nel frattempo la lesione meniscale prima operata gli è guarita; i tempi di recupero sono stati quindi stimati in sei mesi. Per Jovetic termina così un 2010 iniziato nel migliore dei modi e finito come peggio non si poteva. Il ragazzo promette: "A Marzo sarò in campo"; con la speranza che possa tornare più forte di prima.