I PIÙ E I MENO, BOATENG-RIBERY OK. CASTRO ENTRA E CAMBIA

06.09.2019 21:55 di Mattia Verdorale Twitter:    Vedi letture
I PIÙ E I MENO, BOATENG-RIBERY OK. CASTRO ENTRA E CAMBIA

Finisce la gara tra Fiorentina e Perugia. Decide la rete nel primo tempo di Tofol Montiel. Una bellissima rete da parte dello spagnolo che sigla il risultato finale di 1-0 per la squadra di Vincenzo Montella. Tante occasioni per la squadra gigliata nel secondo tempo, senza però trovare la via delle rete.

Questi i più e i meno della gara per FirenzeViola.it: 

I PIÙ

TANDEM BOATENG-RIBERY - I due si cercano e si trovano molto bene. Sono sempre pericolosi mettendo in pensiero la difesa del Perugia ogni volta che uno dei due tocca il pallone e va a pescare l’altro. Nel secondo tempo, da segnalare, una grandissima occasione per l’esterno francese che servito col tacco dal ghanese, da buonissima posizione non riesce a trovare la porta. Sono sempre loro a dialogare e le azioni offensive della Fiorentina passano sempre dai loro piedi. Palla in avanti e palla dietro. Con L’ex Bayern Monaco che ogni volta che si accentra lo cerca con lo sguardo. Soprattutto nella seconda frazione di gioco si divertono e danno spettacolo.

MONTIEL - Sempre nel vivo delle azioni d’attacco. E’ l’autore di una bellissima rete nel primo tempo grazie ad un tiro a giro che si infila sotto al sette dopo la classica giocata dello spagnolo: da destra verso sinistra rientrando sul suo mancino vellutato. Quando il pallone passa dai suoi piedi l’azione si velocizza e la difesa del Perugia è costretta ad abbassare il suo baricentro. Tanta classe, uno dei più frizzanti nella prima frazione di gioco. Sostituito nel secondo tempo per dare spazio a Ghezzal. 

CASTROVILLI - Entra e cambia la partita. Nel secondo tempo è completamente un’altra gara con il Perugia mai pericoloso. La Fiorentina passando dai piedi del classe ‘97 incomincia a girare ed a creare azioni offensive una dietro l’altra. Con il suo ingresso in campo la Fiorentina diventa sempre più pericolosa col passare dei minuti e anche il pubblico del Franchi si diverte molto di più.

I MENO

ZURKOWSKI - Poteva essere la sua occasione per mettersi in mostra. Una prova un po’ opaca quella del polacco che dei tre interpreti del centrocampo nel primo tempo è uno dei più in ombra. Molto macchinoso e poco reattivo nel far girare il pallone. Montella lo sostituisce nel secondo tempo per Castrovilli che dà sicuramente più velocità al gioco di possesso palla della Fiorentina.

CRISTOFORO ED EYSSERIC - Due giocatori che sono fuori dal progetto viola e che non sono riusciti a trovare un’altra sistemazione durante il calciomercato. E questo poi è quello che si vede anche sul terreno di gioco. Tornano a mettere in moto le gambe in una partita ufficiale dopo tanto tempo. Anche per questo troppi errori per tutti e due, molto spesso perdono palloni banali e mettono in difficoltà i compagni.