GIUSTO IN TEMPO

30.07.2020 10:30 di Niccolò Santi Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico De Luca 2020
GIUSTO IN TEMPO

Quello di ieri è stato uno dei sussulti cui Federico Chiesa ci ha abituato ultimamente. Spesso sacrificato in ruoli a lui meno congeniali, non si può parlare però di una stagione esaltante per il classe '97 che, tra pensieri e problemi fisici, ha mancato di continuità. Contro il Bologna l'attaccante ha dato nuovamente prova delle sue più che note capacità, proprio in occasione dell'ultima gara casalinga in stagione la quale, secondo qualcuno, potrebbe essere stata l'ultima in assoluto per Chiesa. Il giocatore è ormai da due anni al centro delle voci di mercato, con la differenza che stavolta Rocco Commisso ha tolto qualunque divieto e si è detto disposto a dialogare - alle cifre giuste - con chi casomai busserà alla sua porta. 

Se anche l'annata al di sotto delle aspettative, assieme alle conseguenze economiche della pandemia, avesse abbassato il costo del cartellino di Chiesa, la prestazione di ieri è arrivata comunque in tempo da permettere alla proprietà gigliata di trattare con maggiore "forza" nel caso in cui una delle diverse pretendenti al ventiduenne si facesse avanti concretamente durante la sessione di calciomercato alle porte. Intanto il ragazzo si è tolto la soddisfazione della prima tripletta in Serie A, correndo pure ad abbracciare il compagno nonché amico Franck Ribery che, durante questa stagione travagliata, non gli ha mai fatto mancare consigli e conforto. Ora testa all'ultima sfida di campionato, il resto è tutto da scrivere.