CHI SI RIVEDE

01.07.2020 13:30 di Niccolò Santi Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
CHI SI RIVEDE

Questa sera Beppe Iachini si troverà inevitabilmente faccia a faccia con il suo passato. Due anni or sono, l'attuale tecnico della Fiorentina rescindeva infatti il contratto che lo avrebbe legato al Sassuolo per un altro anno ancora. Il suo trascorso coi neroverdi si è rivelato decisamente travagliato, considerando che del proprio lavoro in Emilia Romagna Iachini ha sempre e comunque continuato a parlare bene, senza fare riferimento a ipotetici fallimenti e affermando altresì di aver migliorato l'andamento della squadra. Sennonché alcune divergenze di pensiero con la dirigenza hanno portato al prematuro divorzio. L'allenatore marchigiano ha seduto sulla panchina del Sasòl dal 29 novembre 2017 al 20 maggio 2018 agganciando nove vittorie, altrettante sconfitte e otto pareggi, per poi essere succeduto proprio da Roberto De Zerbi, fresco di rinnovo. 

Il rapporto con i prossimi avversari della Fiorentina non sembra però essere stato oltremodo incrinato dalla vicenda, dato che il presidente Carlo Rossi in esclusiva a FirenzeViola.it ha tenuto a dichiarare: "Farò il tifo sia per il Sassuolo che per Iachini, con cui ho un bel rapporto e del quale ho grandi ricordi. Auguro a entrambe le squadre di portare a termine questo campionato evidentemente falsato dal Covid", la conclusione con vena polemica. La quiete dopo una tempesta che - va detto - ha visto Iachini ventiquattro ore fa riconoscere il trend positivo registrato da De Zerbi sempre sottolineando che "in due anni di lavoro ne ha avuto il tempo". Chi vuol capir capisca insomma. E forse trattasi anche di un messaggio indirettamente spedito alla società viola. Chi lo sa, certamente adesso è quanto mai necessario tornare a fare bottino pieno, a cominciare da stasera contro Berardi e compagnia.