FEMMINILE: POULE SCUDETTO DA INCUBO. A BIELLA LA JUVENTUS FA FESTA

01.04.2024 22:00 di Redazione FV Twitter:    vedi letture
Fonte: a cura di Stefano Berardo - X: @IamBerry29
FEMMINILE: POULE SCUDETTO DA INCUBO. A BIELLA LA JUVENTUS FA FESTA
FirenzeViola.it
© foto di Federico De Luca 2024 @fdlcom

Tre indizi fanno una prova: la Fiorentina Femminile è entrata in crisi. Contro la Juventus Women è arrivata la terza sconfitta consecutiva in campionato. Un dato statistico mai vissuto nel corso della stagione attuale. Sebbene la morte di Joe Barone abbia scosso inevitabilmente l'ambiente gigliato, è altrettanto evidente che qualcosa all'interno del gruppo si è rotto. Con questo andamento la qualificazione in Champions League ottenibile con il raggiungimento del terzo posto in classifica è fortemente a rischio come avevamo anticipato la scorsa settimana. La sconfitta di Biella per 4-0 contro la Juventus sancisce anche l'impossibilità per la Viola di poter attaccare il secondo posto. Il rischio è che una stagione che si è dimostrata fin qui esaltante si trasformi in una disfatta senza precedenti. La Fiorentina non può permettersi di lapidare quanto di buono fatto nella regular season. E la prossimo turno ci sarà la Roma al Viola Park; un altro match dal sapore proibitivo che potrebbe regalare un altro record negativo in un'annata che fin qui sembrava indimenticabile. Ma cosa è successo all'interno dello spogliatoio femminile toscano? Davvero la sola morte di Joe Barone può aver influito in maniera così pesante sull'andamento in campionato? Domande la cui risposta sarà evidente nelle prossime settimane.

C'è poco da salvare per quanto concerne la gara di Biella. La Juventus si impone sin da subito contro una Fiorentina ben rimaneggiata e va in vantaggio con Julia Grosso dopo dieci minuti di gioco. Il raddoppio arriva poco dopo con la nigeriana Echegini che si scatenerà nella ripresa segnando altri due goal e portandosi a casa il pallone al termine del match. L'attaccante ventiduenne arrivata nel mercato di gennaio ha segnato quattro reti contro la squadra viola, contando anche quello del 2-2 che la Fiorentina strappò nel corso della regular season. Molte cose sono cambiate da quel giorno. La Juventus ha scelto di separarsi dal tecnico Joe Montemurro – per il quale è già pronto un contratto importante per la panchina del Lione dalla prossima estate – e la Fiorentina ha perso tutte le certezze guadagnate sul campo da quel giorno fino ad oggi. Rimane la distanza dall'Inter di nove punti in classifica (grazie alla vittoria della Roma sul campo dell'Arena Civica di Milano) ma con questo andamento la Fiorentina dovrà guardarsi indietro senza poter puntare gli occhi verso l'alto. Quello che servirebbe in questo momento è una scossa violenta da parte di un dirigente. Ma come sappiamo, al momento, la Fiorentina ha perso la sua certezza a livello societario. Pertanto toccherà alle ragazze e al tecnico argentino Sebastian De La Fuente trovare il bandolo della matassa e sbrogliarla. Se anche la gara contro la Roma dovesse concludersi in una sonora sconfitta, nella fase di ritorno della poule scudetto la Fiorentina deve ritornare a macinare gioco e punti onde evitare di subire una remuntada in classifica che saprebbe di vero e proprio harakiri da parte della squadra.

È un periodo difficile per la Fiorentina in generale. In questo weekend di Pasqua la Fiorentina ha perduto tutte le partite giocate dalle formazioni principali. Un segnale poco confortevole per una società che necessita di rimettersi in piedi dopo il secondo lutto in poco più di sei anni. A differenza di quando scomparve Davide Astori, la Fiorentina stavolta non sta rispondendo nello stesso modo. Ci vorrà tempo, e forse Firenze non ne ha. Si sta vivendo una fase complicata, difficile, in cui le certezze che sembravano presenti fino a qualche giorno fa, ora si sono squagliate come neve al Sole. La Fiorentina Femminile è intorpidita e le uniche persone in grado di portarla fuori da tale situazione sono le stesse calciatrici e l'allenatore De La Fuente, la cui posizione ora sta iniziando a traballare. Ci avviciniamo al giro di boa di questa poule scudetto e la Fiorentina non è ancora riuscita a vincere nessuna partita. L'Inter Women sogna la risalita tra inciampi e belle prestazioni. L'unica speranza per la formazione viola è quella che la compagine nerazzurra non vinca contro le dirette concorrenti (inclusa la Fiorentina) e mantenendosi a distanza di sicurezza finché le cose in casa gigliata non si saranno risolte. Serve una scossa, e serve subito!