BOBBY DUNCAN, FUTURO IN FORSE: L'ACF ATTENDE LA FIFA

22.01.2020 13:30 di Andrea Giannattasio Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
BOBBY DUNCAN, FUTURO IN FORSE: L'ACF ATTENDE LA FIFA

Prigioniero della sua stessa scelta. Non se la passa benissimo Bobby Duncan, investimento low-cost della Fiorentina nel corso di questa estate (i viola per aggiudicarselo hanno sborsato appena 250.000 euro al Liverpool) e da qualche settimana ormai ai margini del progetto viola. Il perché è arrivato direttamente dalla voce del diesse Pradè oggi in sala stampa: “Nella sua testa lui voleva giocare subito con la Fiorentina. Stiamo vedendo cosa fare con lui perché giocare in prima squadra pronti-via non è facile”. Un bel nodo da sciogliere, dunque. Anche perché fino ad oggi il rendimento della punta inglese classe 2001 è stata ridotta ai minimi termini con la Primavera di Bigica: otto presenze (l’ultima delle quali ormai datata 7 dicembre nello 0-0 di Sassuolo) ed appena tre gol, tutti nelle primissime giornate di campionato. Poi il nulla assoluto, se non un rigore realizzato nella finalissima di Supercoppa Primavera (con tanto di esultanza polemica, come vedete nella foto) e un cartellino rosso dalla panchina a Torino per un “vaffa” al guardalinee.

Che qualcosa attorno al giocatore sia cambiato, dunque, non è un mistero. E a certificare questo momento di incertezza è stato il recente avvicendamento di procuratore: addio allo storico manager Saif Rubie (colui il quale lo aveva portato via a forza dal Liverpool, con tanto di aspre polemiche) e accordo con Sasha Breese. Segno evidente che un cambio di maglia, dopo sei mesi di quasi inesistenza a Firenze, è già da qualche tempo nella testa del giocatore. La questione, per quanto di facile lettura, non è però altrettanto semplice sul piano burocratico: prima del suo passaggio in viola Bobby ha infatti giocato tre gare con la maglia della Primavera del Liverpool (due in Premier League 2 e una nell’EFL Trophy) e dopo le prime presenze con i baby viola legalmente Duncan adesso non potrebbe giocare in un’altra squadra, a meno che non scelga di tornare a vestire la casacca dei Reds. Ipotesi, quest’ultima, praticamente impossibile visto che i rapporti sono ai minimi termini col suo ex club.

C’è però una via d’uscita, ricostruita in esclusiva da Firenzeviola.it: secondo quanto appreso dalla nostra redazione, la Fiorentina ha chiesto di recente agli organi competenti della FIFA se la norma che vieta più di due trasferimenti con società diverse all’interno di una sola stagione è una questione aggirabile, essendo coinvolte due formazioni giovanili (in Inghilterra c'è una sorta di norma che fa sì che non "contino" i vivai). Il club di viale Fanti è ancora in attesa di una risposta e in caso di esito positivo non mancano le richieste sul conto della punta inglese, cugino peraltro dello storico capitano del Liverpool Steven Gerrard. Solo un quella circostanza, dunque, Duncan potrebbe essere ceduto (anche a titolo definitivo) mentre in caso contrario dovrebbe attendere a Firenze il termine della stagione, anche se sembra improbabile che la punta possa tornare a breve a vestire la maglia della Primavera, che senza il suo contributo sta vivendo una stagione molto difficile (ad oggi Simonti e compagni sono ai playout). Tecnicamente, aggiungiamo, Bobby Duncan potrebbe essere trasferito e giocare già ora nei Paesi scandinavi o in alcuni Paesi del Sudamerica (dove è iniziata una nuova stagione sportiva, ad esempio in Brasile) ma questa appare un'ipotesi non percorribile.