AMRABAT, Ad agosto in viola ma servirà nullaosta

04.08.2020 13:45 di Andrea Giannattasio Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico De Luca
AMRABAT, Ad agosto in viola ma servirà nullaosta

Sarà un agosto molto particolare quello che vivrà Sofyan Amrabat: il centrocampista marocchino - che da ieri si trova in vacanza dopo aver rimediato nell’ultimo turno di campionato un rosso diretto che gli costerà una giornata di squalifica - fino al termine di questo mese risulterà infatti ancora formalmente un giocatore dell’Hellas Verona, al quale la Fiorentina ha concesso sei mesi di prestito (poi allungati a otto a causa del coronavirus e dello stop del campionato) quando ha acquistato il cartellino del giocatore a gennaio. Come funziona quindi? Secondo quanto raccolto da Firenzeviola.it, per far sì che il giocatore possa iniziare ad allenarsi coi suoi nuovi compagni quando riprenderà la preparazione della squadra viola (non prima del 20 di agosto) servirà che la Fiorentina richieda ed ottenga dall’Hellas Verona un nullaosta valido fino al 31/8 nel quale il club di Setti autorizzi il mediano a lavorare con un’altra squadra.

Un banale cavillo burocratico (già usato di recente dalla Fiorentina Femminile con le tante nuove calciatrici ufficializzate tra luglio e agosto) che non chiama in causa solo Amrabat ma che di fatto coinvolge anche Dalbert (con l’Inter), Badelj (con la Lazio) e tanti altri calciatori di A che dovranno ricevere l’autorizzazione dei viola per potersi allenare con le rispettive società di appartenenza. La segreteria sportiva della Fiorentina non si è per il momento messa in contatto con il Verona poiché non è stata ancora decisa la data del rientro della squadra (i viola hanno atteso che fosse ufficializzato il giorno dell’inizio del nuovo campionato).