CHE ORGOGLIO QUESTA VIOLA. ITALIANO AVEVA SBAGLIATO TUTTO MA HA RIMEDIATO. CHRISTENSEN UNA BELLA SORPRESA. IMPORTANTI I GOL DI NZOLA E BELTRAN. CON NICO E BONAVENTURA FRESCHI SFIDIAMO MOU. RAPUANO L'ARBITRO GIUSTO PER LA GARA CONTRO LA ROMA

07.12.2023 11:50 di Luca Calamai Twitter:    vedi letture
CHE ORGOGLIO QUESTA VIOLA. ITALIANO AVEVA SBAGLIATO TUTTO MA HA RIMEDIATO. CHRISTENSEN UNA BELLA SORPRESA. IMPORTANTI I GOL DI NZOLA E BELTRAN. CON NICO E BONAVENTURA FRESCHI SFIDIAMO MOU. RAPUANO L'ARBITRO GIUSTO PER LA GARA CONTRO LA ROMA
FirenzeViola.it
© foto di Federico De Luca

Una notte di sofferenza. Ma con il lieto fine. Eravamo pronti a condannare Italiano e le sue assurde scelte iniziali. Ma con la qualificazione in tasca diamo atto al tecnico di aver corretto la Fiorentina in corso d’opera. Trovando persino il coraggio di far giocare insieme Beltran e Nzola. Certo, calcolando i supplementari abbiamo speso molto di testa e di gambe. Non un percorso ideale pensando alla Roma in campionato. Ma la qualificazione al prossimo turno di Coppa Italia farà sparire la fatica. E soprattutto Italiano avrà Bonaventura e Nico, le due stelle, freschi. Non è poco.

Cosa ci portiamo dietro di questo faticoso successo? Di sicuro l’orgoglio di una squadra che una volta di più ha dimostrato di avere tanto cuore e grinta. Poi, le buone parate del portiere Christensen che non è lontano, come valore, da Terracciano. E ancora il gol di Nzola, la personalità con la quale Sottil ha trasformato il calcio di rigore e l’ultima rete anche quella dal dischetto firmata da Beltran. Le due criticate prime punte sono andate a segno in questa sfida di Coppa Italia. Speriamo sia un bel segnale anche per il campionato. Italiano ripensi alle scelte iniziali, agli errori commessi. Stavolta è andata bene ma certi approcci alle gare non sono accettabili. E anche la società valuti con attenzione questa gara. Prima ancora di un esterno d’attacco serve potenziare la difesa. Non abbiamo un’alternativa a Kayode, che non le può giocare tutte e Mina è una scelta sbagliata (comunque a costo zero). Questa Fiorentina merita investimenti importanti nel mercato invernale. Per fortuna lo ha capito anche il Presidente Commisso.

Chiudiamo con una riflessione sulla scelta del designatore Rocchi di affidare al giovane Rapuano la sfida di domenica all’Olimpico. Parliamo di un talento in continua crescita. Rocchi ci ha creduto e lo ha lanciato. Già mi immagino che Mou e i suoi trombettieri ricorderanno il rigore concesso al Milan nella sfida con i giallorossi all’Olimpico. Rigore decisivo. Rigore che c’era. Lo Special One alla fine per protesta non si presentò in sala stampa. Vedremo se Rapuano reggerà questo prevedibile bombardamento. La designazione è giusta, ora aspettiamo la conferma del campo.