VIVIANO, Italiano va nella stessa direzione del calcio

22.07.2021 21:38 di Redazione FV Twitter:    vedi letture
VIVIANO, Italiano va nella stessa direzione del calcio
FirenzeViola.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Emiliano Viviano, portiere del Karagumruk, ha così parlato a Stadio Aperto, trasmissione di TMW Radio.

Italiano le piace?
"Sì, perché è un allenatore bravo e moderno, va nella stessa direzione del calcio. Dall'anno scorso mi sembra che la Fiorentina si sia messa in testa di dare più peso all'allenatore, chiunque esso sia. Questo è un bene, perché col massimo rispetto di Barone e Commisso, nel calcio bisogna ascoltare chi lo fa e l'ha fatto, ed ha tanta esperienza. Spero valga per Italiano, che seppur allenatore giovane, ha giocato vent'anni a grandi livelli".

Cosa gli manca oggi?
"Forse un play con caratteristiche diverse. Mi sembra, vedendo lo Spezia, che chieda un po' più di dinamismo. Però certe cose si capiranno durante la stagione".

Come va a finire con Vlahovic?
"Io farei iniziare l'anno e vedrei come va, in entrambi i sensi. Dei due chi può essere più titubante è Vlahovic, non la Fiorentina. Se poi le cose vanno bene, si va con una soluzione, altrimenti si vende entro fine stagione. A gennaio, se capisci che non trovi l'accordo, vai ad aprirti la strada con altre squadre. Ma io penso si vada verso il rinnovo, lo vedo sereno".

Confermerebbe Dragowski?
"A me piace, poi dipende cosa vuole l'allenatore. Ricordo che si parlava di Gattuso che avrebbe voluto un portiere più bravo coi piedi. Se Gattuso fa impostare le sue squadre, a pelle direi Italiano anche di più. Dragowski non l'ho visto giocare molto da dietro, anche per il calcio che faceva la Fiorentina, ma scarso non mi sembra".