VLAHOVIC E DRAGO DA APPLAUSI, MALE PULGAR, BOA E CHIESA

15.12.2019 22:51 di Tommaso Loreto Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico De Luca 2019
VLAHOVIC E DRAGO DA APPLAUSI, MALE PULGAR, BOA E CHIESA

DRAGOWSKI – Bucato dopo poco da posizione ravvicinata ringrazia il VAR sul raddoppio di Lautaro poi sfodera una gran parata sul colpo di testa di Lukaku. Si ripete nella ripresa nuovamente su Lukaku prima che Lautaro lo colpisca al volto in netto ritardo. Indistruttibile, 7

MILENKOVIC – Al primo affondo si trova di fronte Borja Valero che lo salta secco e segna il vantaggio. Fatica a riprendersi e il resto del match è di sofferenza, spesso e volentieri sempre su Borja Valero. In grande affanno, 5

PEZZELLA – Buon per lui e per la Fiorentina che Lukaku parta in fuorigioco perchè perde Lautaro che segna il 2-0 poi annullato dal VAR. A dieci dalla fine è bravo a non farsi saltare da Lukaku e in generale si comporta da capitano, 6

CACERES – Il duello con Lukaku non è dei più semplici ma nel primo tempo tiene botta. Nella ripresa invece rischia molto perdendo Lautaro che di testa manda fuori di poco. Apnea, 5,5

LIROLA – Qualche difficoltà nelle prime battute del match, anche in fase di controllo palla. Recupererebbe anche un po' di sicurezza, ma negli ultimi 20 minuti torna a sbagliare troppo, 5,5

PULGAR – Primo tempo in grande ombra, con poca precisione e poca mobilità. Sul finire di frazione si fa anche sovrastare da Lukaku in area, poi conclude malamente su invito di Castrovilli in apertura di ripresa. Che la serata sia negativa è confermato dal corner sprecato nel secondo tempo. Disastroso, 4,5

BADELJ – Sfiora un immediato pareggio con un bel tiro da fuori sul quale Handanovic è molto bravo a deviare in angolo. Poi però è difficile mettere ordine nel centrocampo viola e non riesce a imporsi, 5,5

Dal 20'st BENASSI – In questa Fiorentina chiunque faticherebbe a cambiare l'inerzia della manovra, però il suo apporto è minimo, 5,5

CASTROVILLI – Si vede poco in un primo tempo in cui accusa qualche problema fisico. Qualche problema in appoggio anche nella ripresa seppure riesca con un bel tiro da fuori a impegnare Handanovic. Anche per lui è un momento di flessione, 5,5

Dal 39'st EYSSERIC S.v.

DALBERT – Un tentativo centrale dalla lunghissima distanza e buona corsa ma manca precisione al momento del cross. Finisce tra gli ammoniti per un'entrata dura su D'Ambrosio e quasi mai trova profondità, 5,5

BOATENG – Colpito duro nei primissimi minuti da Skriniar fatica ad arrivare al tiro nella prima mezz'ora con un unico tentativo in mischia, di tacco. Alla lunga diventa un bersaglio fin troppo semplice per i difensori dell'Inter, 5

CHIESA – Marcato stretto, soprattutto da Bastoni, riceve più di un colpo proibito ma sul finire di primo tempo si divora una grande occasione sbagliando un controllo fin troppo semplice. Ha giusto il tempo di rientrare nel secondo tempo, poi Montella lo cambia. E' la controfigura del prospetto di campione valutato decine di milioni, 5

Dal 15'st VLAHOVIC – Entra malino in partita, ma il gol del pari è da applausi e vale moltissimo, 7

MONTELLA – Nessuna sorpresa rispetto alle anticipazioni della vigilia con Boateng titolare accanto a Chiesa e il ritorno sulla destra di Lirola. In difesa rientra anche Pezzella ma l'avvio di partita non si discosta da quanto avvenuto nell'ultimo mese, al primo affondo l'Inter passa con un dei tanti ex in campo. Dopo il gol l'Inter mette i brividi in contropiede, la manovra dei viola resta invece troppo confusionaria nonostante il bel tiro di Badelj deviato da Handanovic e un'occasione sprecata da Chiesa. Dopo una decina di minuti nel secondo tempo richiama Chiesa e inserisce Vlahovic, poi tocca a Benassi al posto di Badelj, infine persino a Eysseric al posto di Castrovilli scatenando una pioggia di fischi. Vlahovic salva il risultato, ma anche stasera l'atteggiamento nell'arco dei 90 minuti è come minimo deludente, 5,5