IL PRIMO DELLA LISTA

17.06.2019 00:00 di Tommaso Loreto Twitter:    Vedi letture
IL PRIMO DELLA LISTA

Domenica di lavoro per il trio delle operatività. Con una foto sul neonato profilo Instagram, Vincenzo Montella racconta al mondo viola della prima domenica dedicata alla costruzione di una nuova squadra. Insieme a lui il braccio destro di Commisso, Joe Barone, e il diesse di rientro Daniele Pradè. Eccoli i dirigenti deputati a tuffarsi nel mercato, un terzetto che da oggi potrà teoricamente tirare il fiato soltanto a fine estate. In entrata e in uscita c'è da impostare completamente la strategia di partenza, magari concretizzando i concetti che l'Aeoraplanino ha già riferito a Commisso nel suo incontro newyorkese. 

Dal canto suo il presidente e i suoi uomini - giustamente - si sono guardati bene dal dare troppe anticipazioni sull'immediato futuro. Difficile anticipare adesso quelle che saranno le mosse nel corso delle trattative estive, se non la certezza che per qualcuno l'avventura in viola sia ormai terminata per quella forma di "inquinamento" tirata in ballo dallo stesso Montella. A dare ulteriori riferimenti lo stesso Commisso, che soprattutto sul conto di Veretout ha chiaramente fatto intendere di essere più che propenso alla cessione. 

Per il mediano francese, peraltro, il mercato è in fermento già da un bel po'. Con il Napoli che aveva mosso i primi passi in tempi non sospetti, con il Milan che negli ultimi giorni sembrare fare sul serio arrivando fino a 25 milioni e con la Roma che però non sembra darsi per vinta. Insomma un trittico di club alla finestra per quello che si preannuncia come il primo dei partenti, l'elemento in cima alle uscite che consentirà anche d'incassare una buona differenza con il prezzo d'acquisto (ai tempi circa 7 milioni di euro). Da oggi anche e soprattutto di Veretout parlerà Pradè, forte di decisioni già avallate e approfondite prima da Commisso e poi dai suoi compagni di lavoro.