COMMISSO, Cs da 70 mln: il sogno diventa realtà

06.06.2020 11:30 di Mattia Verdorale Twitter:    Vedi letture
COMMISSO, Cs da 70 mln: il sogno diventa realtà

Ad un anno di distanza dalla firma con cui Rocco Commisso ha comprato la Fiorentina dalla famiglia Della Valle, è necessario evidenziare come uno degli obiettivi prefissati dal magnate statunitense sia stato raggiunto. Il 28 novembre scorso la società viola e il Sindaco Francesco Casini hanno presentato insieme il nuovo Centro Sportivo viola che sorgerà proprio nel comune di Bagno a Ripoli. "Per Bagno a Ripoli è una grande soddisfazione" commentò il sindaco Francesco Casini alla conferenza stampa di presentazione. Dall'altra parte un Rocco Commisso sorridente e felice come una Pasqua presentava il suo progetto che darà al nuovo Centro Sportivo della Fiorentina il titolo di training center più grande d’Italia. Venticinque ettari di terreno già comprati sono lì in attesa di vedere realizzati una decina di campi di calcio, con, in aggunta, tutte le varie infrastrutture e i comfort che deve avere un centro sportivo all'avanguardia.

Una spesa da 70 milioni, quella che il presidente ha investito per garantire a tutte le categorie della società gigliata, dalla prima squadra alle Women's, fino alle giovanili, di poter allenarsi e crescere tutti insieme in un'unica sede. Purtroppo l'emergenza dovuta al Coronavirus ha rallentato di un paio di mesi la partenza dei lavori per quanto riguarda i campi da calcio, poiché nonostante lo stop del campionato i lavori di tipo agricolo in alcune zone dei 25 ettari sono state portate avanti. Anche gli interventi di restauro alla Villa, dove sorgerà la nuova sede della Fiorentina, sono ripresi. In ogni caso entro il 2021 la Fiorentina conta di poter trasferire ogni attività sportiva e amministrativa nel suo quartier generale. Sia il sindaco di Bagno a Ripoli che la società viola rimangono ottimisti del fatto che il ritardo di qualche mese venga recuperato, e che al tempo stesso il "fast, fast, fast" di Rocco Commisso venga rispettato. Un regalo che nel giro di pochi mesi il presidente italo statunitense ha fatto ad una città e ad una squadra con le quali è stato amore a prima vista.