BADELJ, Il leader alla riconquista dei tifosi

16.08.2019 08:30 di Mattia Verdorale Twitter:    Vedi letture
BADELJ, Il leader alla riconquista dei tifosi

L’acquisto più importante del mio mercato”. È stato presentato così Milan Badelj dal ds viola Daniele Pradè in conferenza stampa il giorno che è tornato a Firenze. Milan è tornato alla Fiorentina tramite un prestito oneroso con diritto di riscatto dopo aver lasciato il capoluogo toscano esattamente un anno fa a parametro zero. La sua esperienza in biancoceleste non è andata come si aspettava: poche le presenze, e molta panchina nell’ombra dell’inamovibile Lucas Leiva. 

Sono tornato a casa e voglio riconquistarmi la fiducia di tutti”. Queste sono state le parole con le quali Milan Badelj ha presentato il suo ritorno. Il centrocampista croato sarà il faro del centrocampo montelliano. Il regista che lo stesso Vincenzo Montella ha fortemente voluto e che il ds viola Pradè ha chiamato per primo convincendolo subito a tornare. Sarà lui che avrà in mano le chiavi e le redini del centrocampo. Un giocatore e soprattutto un ruolo fondamentale per il gioco del mister campano.

Il suo ritorno rappresenta il simbolo della nuova Fiorentina costruita fino ad ora da Daniele Pradè. Quel simbolo di appartenenza che la nuova società ha sempre messo in primo piano. Leader vero, dentro e fuori dal campo, nello spogliatoio e durante gli allenamenti. Milan non sarà il capitano, ma per un certo senso è come se lo fosse. Lui e Pezzella saranno e sono i due senatori della squadra. Entrambi si sono presi carico del peso della fascia dopo la scomparsa prematura dell’eterno capitano viola Davide Astori. Badelj prima, German dopo. È tornato a Firenze con l’intento di rimettersi in gioco e di riconquistare la fiducia della piazza. Sciogliere ogni dubbio nel cuore e nella mente dei tifosi è il suo primo pensiero.