LO MONACO, La Serie A mai così divisa. De Zerbi...

15.04.2021 20:39 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
LO MONACO, La Serie A mai così divisa. De Zerbi...
FirenzeViola.it

L'ex dirigente di Catania, Pietro Lo Monaco, ha parlato alla trasmissione "Stadio Aperto" su TMW radio su serie A e problemi di Lega, diritti tv compresi. Ecco le sue parole: "Questa è materia di assoluta delicatezza, perché sono ormai da anni la maggiore fonte di sostentamento della società. C'è stata poca competitività tra i vari gruppi nell'accaparrarsi i diritti tv: fino a questo momento l'egemonia di Sky è stata notevole, ma ora hanno tentato manovre al ribasso, puntando sul momento particolare che stiamo vivendo mentre DAZN ha mantenuto i desiderata delle varie società. Colpisce in maniera negativa questa divisione all'interno della Serie A: così netta a memoria d'uomo non la ricordo dai tempi delle Sette Sorelle, ma era epoca di suddivisione di diritti in forma soggettiva a differenza di adesso. Le grandi evidentemente anche oggi accampano pretese per elevarsi un attimo rispetto a tutte le altre. Ecco il motivo del contendere: sorprende che si siano coalizzate, e questo non fa bene certamente al sistema, in questo momento. Ci saranno problemi anche sull'andamento futuro della vita della Serie A"

Tra i vari allenatori, Lo Monaco ha poi parlato di De Zerbi: "Fa giocare un ottimo calcio, propositivo. Viene ancora considerato ragazzino, ma per me ha le qualità per allenare una squadra importante e darle un'ottica europea. Se una big avrà il coraggio di puntarci? De Zerbi deve avere il supporto aziendale, della società. Se ai primi soffi di vento De Zerbi, o chi per lui, viene messo in discussione così come puntualmente viene fatto, allora non può durare. Non sarebbe il primo a bruciarsi per superficialità e perché qualcuno a mare bisogna buttarlo: il primo generalmente è l'allenatore, e questo è un malcostume che non va bene. Guardate Sarri, protagonista di annate bellissime a Napoli e al Chelsea e poi alla Juventus, ma è in vecchiaia! Non me ne voglia, ma ricordo che mi venne lo schiribizzo di Sarri quando ci giocammo contro a Pescara... Poi vidi la data di nascita e mi sono raffreddato. E vi parlo di anni fa... Sarri a Napoli certe cose le ha fatte perché è stato appoggiato dalla società. Chi sceglie De Zerbi, o anche Juric anche se sono due allenatori diversi, bisogna che sappia di dover supportare questi due giovani tecnici