ITALIANO (DAZN), Parlato con Ikoné. Castro sofferente

23.01.2022 14:53 di Redazione FV Twitter:    vedi letture
ITALIANO (DAZN), Parlato con Ikoné. Castro sofferente
FirenzeViola.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Vincenzo Italiano, tecnico viola, ha parlato così a DAZN dopo il pari con il Cagliari: "In questo momento penso che manchi qualcosa lontano dal Franchi dove a livello psicologico aggrediamo le partite in maniera diversa. Anche se oggi eravamo partiti bene e potevamo indirizzare la gara. Poi ci sono gli avversari e la voglia del Cagliari di vincere. La partita si era messa male e siamo stati bravi a pareggiare: diamo continuità ai risultati ma dobbiamo lavorare ancora tanto".

Gli assenti? "È normale che siano mancati. Ci è mancato il terminale offensivo e Saponara che era in grande forma. Ho voluto dare spazio ai nuovi per prendere confidenza con il campionato, è normale che qualcosa si perda. Ma non aver perso è una buona cosa, sarebbe stata troppo la sconfitta".

La prestazione di Ikoné? "Quando arrivano calciatori da altri campionati con diverse idee di gioco è normale dover dare tempo per capire tutto. Fa tante domande, ha voglia di entrare subito nei nostri meccanismi ma ci sta a volte di non capirsi. Gliel'ho spiegato: si passa anche attraverso questo. Ma è un ragazzo di qualità e gliel'ho spiegato".

L'espulsione di Odriozola? "Ho rivisto la situazione, è un po ' al limite. Il problema è che siamo rimasti anche in inferiorità... La spiegazione era che si trattava di un'occasione da gol nitida. Bravo Terracciano che ci ha fatto pareggiare parando quel rigore".

La sostituzione di Sottil? "Avevo timore dell'arrembaggio del Cagliari anche memore di Empoli. Ho preferito la fisicità di NAstasic perdendo in ripartenze, ma era giusto così".

Come sta Castrovilli? "Ha accusato un dolorino strano al ginocchio. Quindi era meglio non rischiare, adesso vediamo come sta ma l'ho visto abbastanza sofferente. Speriamo non sia niente di particolare. Arriviamo alla sosta con ottime prestazioni e possiamo preparare i prossimi impegni con serenità".