COMMISSO, Ricavi? Non sarò come mr Lee. Trofei...

26.10.2020 14:42 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
Fonte: Radio Rai
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
COMMISSO, Ricavi? Non sarò come mr Lee. Trofei...

Il presidente della Fiorentina, Rocco Commisso, è intervenuto ai microfoni di Radio Rai. Queste le sue dichiarazioni: "Quando qualcuno fa un buon lavoro bisogna riconoscerlo ed è stato giusto dargli la mia fiducia. Qualcuno dice che devo mandarlo via? Fino a oggi stiamo andando bene, spero che si possa migliorare ma per il momento non ho intenzione di cambiare. Manderò via Iachini quando anche le altre squadre che sono sotto di noi in classifica faranno lo stesso. Le prime nove squadre sotto di noi hanno mandato via i loro allenatori prima di me. Fino ad oggi stiamo andando ok, anche se la gara con lo Spezia non mi è piaciuta. Le scelte? Io ho raccomandato solo un giocatore che si chiama Amrabat: per il resto ci sono state 75 operazioni, di cui 74 non per mia bocca. Abbiamo presto la Fiorentina 16 mesi fa, con giocatori che volevano andare via. Centro sportivo? Le cose sono andate molto bene, siamo andati avanti con l'aiuto della pubblica amministrazione di Bagno a Ripoli. L'investimento sarà di circa 80 milioni ma in totale, da quando ho preso la squadra, ho investito 300 milioni. Queste cose però non sono riconosciute.

Lo stadio? Le opportunità di farlo a Campo di Marte come voglio io sono scese. Vero che avrà luogo un incontro a Roma, ma io non ci sarò: partirò dopo la prossima partita di campionato, il primo novembre. Al Ministero si dovrà vedere se i poteri dello Stato in questo momento di crisi ci lasceranno investire a Firenze. Mia rabbia? Ognuno esce con le sue opinioni, io guardo tutto ma fino a un certo punto. Quello che manca della Fiorentina è che non abbiamo fatturato. Senza i soldi Mediacom quest'anno sarà di 85 milioni, di cui 70 di ingaggi. Nessuna altra squadra in Italia credo abbia l'81% di ingaggi su quanto ricava. Ma vi assicuro che Rocco non farà la fine di mister Lee andando in fallimento. Le perdite? Mediacom metterà oltre 50 milioni, le perdite sono state più di quante previste. Non credo che andrò agli incontri di Lega, lascio fare a Barone che è molto pi bravo di me. Gestione Covid? Io credo che l'Italia abbia fatto meglio che in America. Anche se qui nessuno protegge i nostri investimenti come in USA. Lì i fallimenti con gli sport non ci sono, chi non vince non retrocede. Per guardare una partita di basket, ci vogliono più soldi che una stagione intera in Italia. Dopo il Padova andiamo a Roma, speriamo mi facciano andare! Dopo il 4-1 coi giallorossi l'anno passato abbiamo mandato via Montella, per questo ci tengo molto ora a fare una bella partita. 

Elezioni USA? Non la vedo molto bene per Trump, ma in generale sarà un disastro se uno dei due partiti controllerà tutti e tre i rami del Governo. Essendo un conservatore io devo guardare al mio business, la mia famiglia e la gente che lavora per me nelle zone rurali, dove perlopiù votano Trump. Mentre nelle grandi città no. Se penso alla mia famiglia, preferirà Trump. Rapporto con Firenze? Ho subito detto di voler fare qualcosa per i tifosi, poi siamo andati avanti con la squadra, ci sono state molte critiche, abbiamo messo tanti soldi. E dopo due partite della nuova stagione credo che l'entusiasmo non sia più come il primo giorno. La colpa non penso sia mia, non una persona che è venuta qui per spendere a caso. Ma so che la maggior parte dei tifosi lo hanno capito e sono con me. Poi ci sono degli opinionisti pappagallo... E i tifosi capiscono più di loro. Gli obiettivi? Se togliete i tre punti che hanno dato alla Juve contro il Napoli siamo davanti a loro. Se mi date sedici mesi arriverà pure qualche trofeo. Un giocatore che mi ha colpito? Amrabat penso che farà bene".