ORA PAROLA AL CAMPO, LA FIORENTINA VUOLE RITROVARSI

10.02.2024 15:00 di Luciana Magistrato   vedi letture
ORA PAROLA AL CAMPO, LA FIORENTINA VUOLE RITROVARSI
FirenzeViola.it
© foto di Federico De Luca 2023 @fdlcom

Basta polemiche, parola al campo. La squadra riparte dopo la battuta d’arresto di Lecce (punto più basso di un 2024 comunque negativo) e dopo le parole del presidente Commisso. Dall’America il patron ha fatto sentire la sua vicinanza alla dirigenza e alla squadra usando la carota, pur tirando fuori il bastone per sottolineare che non ha gradito gli ultimi risultati chiedendo ai giocatori di dare il massimo quando indossano la maglia viola, ha rinnovato la fiducia all’allenatore allontanando le voci di dissapori con la dirigenza, ha sostenuto Biraghi per le sue parole forti contro i compagni ed ha dato la sua benedizione ai due nuovi arrivati investiti del titolo e importanza dei capitani. Certo una caramella ci stava bene anche per Bonaventura, che non sta vivendo il miglior momento di umore e di forma ma quello è un dettaglio e lo stesso giocatore sa che nel calcio non ti ringrazia nessuno.

L’importante è che ora la squadra si ritrovi; squadra che è andata anche a cena insieme in un ristorante da cui si domina Firenze per fare quello che una volta si definiva patto della bistecca, per guardarsi negli occhi e fissare un obiettivo comune, che vada oltre i problemi personali che molti hanno (tra gol mancanti, rigori sbagliati, errori di concentrazione, infortuni, forma non smagliante e frizioni contrattuali) e che forse il mercato o la società non hanno potuto risolvere ma che non devono ripercuotersi sul gruppo e sui risultati.

L’imperativo è dunque ritrovarsi, giocare da squadra, concentrati, invertire il pericoloso trend di questo inizio 2024, tornare a respirare tutto insieme aria di Europa. A partire da domani con il Frosinone quando arriverà una squadra che a tratti ha stupito e con individualità pronte a prendersi la vetrina anche a Firenze, dopo averlo fatto allo Stirpe all'andata. Il pubblico non sarà quello delle grandi occasioni ma la Fiorentina dovrà farsi forza con i tanti tifosi che continuano a sostenerla anche e soprattutto nei momenti delicati.