LE SCELTE DA TIFOSO E IL LAVORO EXTRA PER LA SQUADRA

20.11.2020 10:00 di Giacomo A. Galassi Twitter:    Vedi letture
© foto di Cambi Niccolo
LE SCELTE DA TIFOSO E IL LAVORO EXTRA PER LA SQUADRA

Lavora alacremente mister Cesare Prandelli. Anche più del previsto: sedute molto lunghe (da circa due ore e mezza, quando quelle di Iachini invece si aggiravano attorno all'ora e mezza) per recuperare il tempo perduto e sistemare cosa non va di una Fiorentina arrivata all'alba dell'ottava di giornata di Serie A con soli 8 punti in classifica. Tra due giorni contro il Benevento sarà una partita speciale, per la Fiorentina - nella memoria di Davide Astori - e per Prandelli, che 3884 giorni dopo esordirà di nuovo sulla panchina viola.

Le modifiche dell'assetto della squadra dovrebbero vedersi fin da subito, con voci di corridoio che raccontano di una difesa a 4 pronta ad essere testata alla prima del nuovo tecnico. Ancora qualche ballottaggio da definire (Caceres e Lirola si giocano un posto sulla destra, Pezzella e Quarta un posto da centrale al fianco di Milenkovic), ma la sensazione che l'aspetto tattico, prima che psicologico, sarà il primo sul quale interverrà Prandelli.

D'altronde nelle sue prime interviste da tesserato della Fiorentina Prandelli lo ha detto fin da subito: "Io sono prima di tutto tifoso della Fiorentina. Spesso succederà che interpreterò le partite come lo farebbero i tifosi". Dunque più attenzione agli umori della piazza rispetto a prima, con la parola d'ordine che però resta sempre la stessa. Lavorare il più possibile.