FRANCINI, Orgoglio aver ideato parterre di Tribuna

22.10.2021 15:10 di Redazione FV Twitter:    vedi letture
FRANCINI, Orgoglio aver ideato parterre di Tribuna
FirenzeViola.it
© foto di Federico De Luca

Maurizio Francini, ex Stadium manager della Fiorentina, ha scritto così sul suo profilo Instagram:

“Leggo stamani che il Parterre di Tribuna sia il Settore più richiesto dello Stadio Franchi e non mi stupisce. Mi rende orgoglioso averne ideata l’operazione, averla realizzata in tutto il complesso. Parlo di complesso perché, dietro l’aspetto finale e delle opere in se per se, vi è stato dietro un enorme lavoro mirato a risolvere decine di problemi, fra i quali (il maggiore), quello dell’approvazione in deroga dell’altezze delle barriere. Passai attraverso le forche caudine del Ministero dell’Interno, del Comune di Firenze, della Soprintendenza, della Prefettura, dei Vigili del Fuoco, della FIGC, della Lega Calcio, ecc. ecc. Viaggiai non so quante volte per l’Italia, con le carte progettuali in borsa e con in testa l’obiettivo di rimuovere quelle diaboliche barriere che impedivano la vista del campo, cercando di convincere gli interlocutori che non era solo un aspetto tecnico ma che era soprattutto una tematica di più ampio respiro che si basava sulla convinzione che le barriere proteggono chi vuol mal comportarsi e non chi sta sul campo: senza le barriere lo spettatore è maggiormente limitato nei suoi - ipotetici - cattivi comportamenti. Devo dire grazie a chi credette in quel progetto, dalla ACF Fiorentina fino al Prefetto di Firenze, passando per l’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive, il Centro Studi FIGC e l’ex Prefetto Serra, all’epoca consulente della Lega. Un ringraziamento particolare a Francesco Tagliente (non era più Questore di Firenze ma mi supportò con i suoi sapienti consigli) ed al Prefetto Andrea De Martino che firmò la deroga, credendo nel progetto ma anche assumendosi una bella responsabilità. Parlo di deroga, atto questo si previsto nella normativa, perché quella tipologia di separazione tra campo e spettatori, se avrete la voglia di controllare, non è prevista nelle norme ne di allora ne di adesso. Fu lucida follia perseguire l’obiettivo ma riuscì nell’intento. I risultati di quell’intervento sono sotto gli occhi di tutti: seppur scoperto quel settore e’ il più ambito ed e‘ il primo ad andare sold out. Lì si vede, si respira e ci si gode il vero calcio. Manuel Pasqual andò li a festeggiare la prima rete realizzata”.