PRESTITI VIOLA, Male Lirola, sorprende Rasmussen

08.03.2021 17:28 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
Fonte: Alessandro Di Nardo
PRESTITI VIOLA, Male Lirola, sorprende Rasmussen
FirenzeViola.it
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Anche questa settimana andiamo in giro per l’Italia ed il mondo per fare il punto sul rendimento dei giocatori di proprietà della Fiorentina in prestito in altre squadre-escludendo i prestiti con obbligo di riscatto-:

Duncan: La cura Semplici sta funzionando anche sul mediano ghanese: per lui, da quando il tecnico toscano è alla guida del Cagliari, tre partite da titolare su tre ed una condizione che sta man mano crescendo; di sostanza le due prove fornite dall’ex-viola in settimana, prezioso sia nella vittoria di mercoledì scorso col Bologna che nel pirotecnico pareggio di ieri a Genova con la Samp.

Maleh: Il talento italo-marocchino continua ad essere protagonista nel Venezia: il centrocampista è stato impiegato dal primo minuto da mister Zanetti sia nel turno infrasettimanale che nel match del sabato; buona prestazione personale nella vittoria di lunedì contro la Reggina, mentre col Brescia, nella sconfitta interna nell’ultimo turno di campionato, Maleh ha sfiorato il secondo gol stagionale, negatogli da un grande intervento del portiere ospite.

SERIE B: Oltre a Maleh, nel campionato cadetto sono stati diversi i giocatori di proprietà della Fiorentina a mettersi in luce nei due turni della scorsa settimana. Spostandoci di pochi chilometri da Firenze, Aleksa Terzic e Szymon Zurkowski hanno vissuto una due gare da protagonisti con la capolista Empoli: dopo qualche panchina di troppo, i due hanno trovato la maglia da titolare sia martedì scorso contro la Reggina (vittoria degli azzurri per 3-0, Terzic decisivo nel finale con un intervento salva-risultato su Bellomo) che nell’incontro di sabato col Cittadella terminato 1-1 e che ha visto Zurkowski distinguersi tra i migliori in campo. Ancora fuori per infortunio Michele Cerofolini (il portiere della Reggiana è out da più di un mese per un problema muscolare), tra i giocatori da tenere d’occhio in chiave Fiorentina si è rivisto in campo Gabriele Ferrarini: il terzino in forza al Venezia è entrato nel finale di gara col Brescia, impressionando per intraprendenza offensiva e mostrando un’ottima condizione fisica dopo il lungo periodo di stop (tra positività al Covid e esclusioni tecniche, il classe 2000 non gioca da titolare da fine dicembre).

ESTERO:  Varcando il confine, continua la crisi del Nantes di Alban Lafont, col portiere impiegato da titolare anche nella sconfitta casalinga contro il Reims (1-2 per gli ospiti); sempre in Francia, non se la passa bene neanche Pol Lirola, eliminato col suo Marsiglia in Coppa di Francia da una squadra di quarta divisione (il Perpignan) e sostituito nell’intervallo dopo 45 minuti decisamente incolore. Le buone notizie arrivano dai campionati minori: in Danimarca l’Aarhus di Kevin Diks prosegue ai vertici della classifica, con il difensore olandese in campo per tutti i 90 minuti nel colpaccio dei suoi contro il Midtylland (vittoria in trasferta e primo posto distante soli 5 punti). L’unico gol “viola” della settimana porta la firma di Jacob Rasmussen: il suo Vitesse continua a stupire tutta l’Olanda e, dopo aver conquistato in settimana l’accesso alla finale di coppa battendo il VVV Venlo, i gialloneri si sono ripetuti anche nel weekend, superando l’Az Alkmaar per 2-1, con il secondo gol del Vitesse arrivato proprio grazie ad un colpo di testa del danese sugli sviluppi di una punizione dalla trequarti; nel finale di gara il difensore ventitreenne è ancora protagonista con un salvataggio sulla linea che vale i tre punti per i suoi.

LEGA PRO: Concludiamo con uno sguardo alla nostra terza divisione, dove due giocatori di proprietà della Fiorentina si stanno distinguendo per continuità di rendimento: il primo è  Petko Hristov, difensore bulgaro ventiduenne che, con ottime prestazioni (26 partite giocate, 2 gol ed un assist) sta contribuendo alla grande annata dei piemontesi, secondi nel girone A di Lega Pro. Il secondo è Simone Ghidotti: malgrado la sua Pergolettese non stia vivendo un buon momento, l’estremo difensore è un punto fermo della squadra gialloblù, nonché uno dei pochi giocatori ad aver disputato tutti i minuti di questa stagione (28 su 28 da titolare per lui).