TENDI, Gol e vittoria con la Juve una goduria. Ora...

13.09.2019 12:30 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
Fonte: La Nazione
TENDI, Gol e vittoria con la Juve una goduria. Ora...

Alessio Tendi, ex difensore della Fiorentina, è passato alla storia grazie ad una discesa sulla sinistra, un dribbling su Causio e un tiro da trenta metri all’incrocio dei pali che ha abbattuto la Juventus. Questi i suoi ricordi raccontati a La Nazione: "La prima cosa che mi passa per la testa ogni volta che penso a quella prodezza fu la goduria di battere la Juve davanti alla nostra gente. Per un fiesolano come me, fare gol ai bianconeri e decidere quella sfida era più di un sogno. E ancora oggi se ci ripenso un po’ mi emoziono. Se mi piace la definizione di gregario che abbatte i potenti? Sì, è un cosa bella: per di più in quella partita segnò pure Sacchetti, che assieme a me era un onesto 'portatore d’acqua'. Quel giorno si può dire che Davide riuscì davvero a battere Golia. La Juve di quei tempi era una squadra fortissima. Come vedo la partita di domani? I livelli si sono ridotti. Certo, noi nell’80 avevamo una determinazione tale che ci permise di andare oltre i nostri limiti. Da quattro mesi preparavamo quella partita: sapevamo che se avessimo vinto, il nostro torneo poteva già finire. I tempi sono cambiati, anche se Firenze sente ancora questa gara. Se c'è qualcuno che mi assomiglia oggi nei viola? Non mi piace parlare dei singoli ma ammetto che forse nell’attuale difesa viola qualcosa manca, perché i quattro gol incassati col Napoli e i due di Genova sono segnali preoccupanti. Manca attenzione, soprattutto. Come si fermano Ronaldo e Higuain? Servirà un controllo totale del campo per 110’: di fronte a campioni di questo tipo non si può sbagliare niente. In quanti mi ricordano ancora il gol alla Juve? Quasi tutti i miei clienti (lavora in campo assicurativo, ndr). Quelli che mi vedono per la prima volta esordiscono abbracciandomi e menzionando quella giocata che fece felice per un giorno Firenze. È trent’anni che lavoro in un ambito diverso dal calcio, ma il ricordo di quella rete, per fortuna, è ancora vivo nella mente di molti".