PRANDELLI, Che ricordi ad Anfield. Viola di oggi...

18.11.2019 12:27 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
Fonte: Il Mattino
© foto di Giacomo Morini
PRANDELLI, Che ricordi ad Anfield. Viola di oggi...

In una lunga intervista concessa a Il Mattino, l'ex allenatore della Fiorentina Cesare Prandelli ha parlato del Napoli e della Serie A in generale: "Credo che quello degli azzurri sia solo un momento passeggero. Il Napoli è forte, devono solo risolvere i loro problemi. Sono cose che capitano a tutti prima o poi. In linea di massima il ruolo dell'allenatore dovrebbe essere quello di prevenire queste situazioni e infatti non so come mai sia degenerata in questo modo e adesso c'è sicuramente maggiore difficoltà a rimettere insieme le cose".

La Champions con la Fiorentina contro il Liverpool? "Sensazioni straordinarie. Noi eravamo andati lì con la consapevolezza di fare visita a una grande squadra, ma sapevamo anche di avere un grandissimo gruppo che ci avrebbe trascinato. Ho perfettamente stampato nella mente il ricordo del gol di Gilardino. Dopo che Vargas aveva vinto due contrasti ho smesso di guardarlo, sapevo già cosa avrebbe fatto. Sapevo che l'avrebbe messa in mezzo e infatti il mio sguardo si era spostato già sul movimento di Gilardino. Quando ho visto che si era smarcato ho avuto la certezza del fatto che avremmo fatto gol. Credo che quella vittoria sia stata una delle più grandi soddisfazioni della mia carriera".

Il segreto di quella vittoria? "Sapevamo da prima che ci sarebbe stato da soffrire, ma quando avevamo la palla tra i piedi siamo stati sfacciati ed è andata bene".

La Fiorentina di oggi? "La proprietà ha portato entusiasmo e voglia di fare grazie a un bel progetti. Hanno già preso i campi per il centro sportivo, poi con il giusto tempo costruiranno anche una buona squadra. In questo momento hanno prestazioni alterne ma Montella troverà gli equilibri perché hanno ottimi giovani interessanti. Nel complesso c'è grande ottimismo per il futuro".