PRADÈ, Montella resta, su Giuseppe Rossi...

07.12.2012 10:12 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico De Luca
PRADÈ, Montella resta, su Giuseppe Rossi...

Il direttore sportivo della Fiorentina, Daniele Pradè, ha rilasciato una lunga intervista al quotidiano La Repubblica. "Abbiamo preso giocatori che conoscevamo bene: Pizarro, Aquilani, Borja Valero, un leader silenzioso come Roncaglia". Una base importante, dunque, giocatori ma anche uomini dai valori seri come Lupatelli e Toni che hanno fatto rinascere l'amore tra Firenze e la Fiorentina. Due momenti decisivi, dice Pradè: "Andrea Della Valle che in ritiro dichiara Jovetic incedibile e la nostra trasparenza". Il dirigente chiede rispetto arbitrale e promette presenza in tutti i 'tavoli dei bottoni' del mondo del calcio. "Montella rispetterà il suo contratto sino alla fine", garantisce il dirigente, che conferma anche la sua voglia di restare a Firenze. Progetto? "No, preferisco programma. Vogliamo tornare in Europa, non pensiamo a vendere ma a migliorarci". Sulla punta, Pradè dice "a gennaio solo se serve a crescere davvero". "Sognare è giusto", garantisce "ma di Scudetto non parlo". Sorprese e retroscena. "Roncaglia è aumentato di pezzo all’ultimo minuto per colpa del Genoa che ha offerto 150 mila euro in più al giocatore. Cose del calcio". Curiosità sul mercato. "Rossi fortissimo ma fuori dai nostri parametri. Uno come Ramirez oggi non ci serve, Pazzini credo stia bene al Milan ma non si sa mai. Sogni? Gareth Bale. Solo un sogno, però".