MONTIEL, Io, Ribery e la Juve. A Firenze sono felice

09.09.2019 10:15 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
Fonte: Tuttosport
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
MONTIEL, Io, Ribery e la Juve. A Firenze sono felice

Sulle pagine di Tuttosport va in scena un'intervista a Tofòl Montiel, astro nascente della Fiorentina: "Ho scelto di rimanere perché me la voglio giocare, so che posso mettere in difficoltà l'allenatore e conquistarmi il posto prima o poi. L'anno scorso ho avuto un periodo duro anche se con la Primavera mi sono tolto delle soddisfazioni. Adesso me la voglio giocare fino in fondo. Con la Juve? Sarebbe il massimo. Da subito mi hanno raccontato della famosa vittoria di qualche anno fa in rimonta per 4-2. Aspettiamo tutti questa sfida, la rivalità è storica. La Juve è la squadra più forte, però noi vogliamo far felici i nostri tifosi. Mi piace molto Dybala, per la classe che ha potrebbe giocare in qualsiasi club. Mentre tra gli italiani ammiro tantissimo il mio compagno Chiesa e Insigne".

Rimpianti per aver rifiutato il Real? "Mai, sono stato convinto della mia scelta da subito e so che sarò ripagato. Volevo mettermi alla prova nel calcio italiano, intanto ho già assaporato la gioia di esordire in Serie A la scorsa stagione contro il Torino: la maglia del debutto la conservo gelosamente a casa".

Il ruolo? "Mi sento un 10. Ma l'unica cosa che ho in comune con Messi è il mancino (ride, ndr)".

Allenarsi con Ribery? "È magico. Ancora non riesco a crederci, lui è un fenomeno che ha vinto tutto e ora è qui con noi ad aiutare la Fiorentina e riempire noi giovani di consigli. Ti spinge davvero a migliorarti di più".

Obiettivi? "Trionfare con la Fiorentina e andare in Nazionale. E fra 10 anni mi vedo... vincere la Champions".