IL FATTO, Doping delle plusvalenze: Juve e genovesi...

14.03.2019 11:45 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
Fonte: Il Fatto Quotidiano
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
IL FATTO, Doping delle plusvalenze: Juve e genovesi...

Nella stagione 2016-2017 il buco di bilancio della Serie A è stato di 711 milioni di euro. A riportarlo questa mattina è un articolo a firma di Marco Travaglio pubblicato da Il Fatto Quotidiano che spiega come le plusvalenze ammontanti a 749 milioni abbiano generato un margine operativo lordo in positivo di 38. In due anni le plusvalenze sono raddoppiate, da 381 a 749, appunto. Il problema è che le plusvalenze, ad esempio la cessione con valutazione di 20 milioni di un calciatore pagato in precedenza uno o due, vengono inserite nel bilancio ma non sempre costituiscono denaro materiale. E il buco, come sottolinea ancora il quotidiano, da qualche parte dovrà apparire. Ecco perché il grande rischio è quello che le plusvalenze si trasformino, alla fine, in debiti. Il Genoa, ad esempio, ha 173 milioni di debiti, tre volte il fatturato senza plusvalenze; l’Inter ha 668 milioni di debiti, quattro volte il fatturato senza plusvalenze. Il Milan ha debiti per 537 milioni; la Sampdoria ha 164 milioni di debiti, più del doppio del fatturato senza plusvalenze. Ma il dito è puntato anche e soprattutto nei confronti della Juventus, particolarmente attiva in tal senso sia in estate che in inverno: i bianconeri hanno fatto affari soprattutto con Genoa e Sampdoria, realizzando plusvalenze per oltre 80 milioni di euro: Sturaro ai rossoblù, Audero ai blucerchiati, il belga Peeters dalla Samp alla Primavera bianconera (4 milioni). Strani affari, li definisce Il Fatto.