GLI AMICI DI CESARE, Salviamoci, poi una bistecca

23.05.2019 11:15 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
Fonte: Il Corriere Fiorentino
GLI AMICI DI CESARE, Salviamoci, poi una bistecca

In vista del primo ritorno da Firenze come avversario, Il Corriere Fiorentino ha raccolto alcuni pareri degli storici amici fiorentini di Cesare Prandelli, coi quali ha avuto modo di lavorare e di fare la conoscenza durante il suo quinquennio in riva all'Arno. La prima a parlare è Silvia Berti, ex capo dell'ufficio stampa della Fiorentina: «Cesare è un uomo sereno ed equilibrato, non ci saranno colpi emotivi eccezionali: è un professionista e dovrà concentrarsi solo sul risultato. Ho sentito diversi amici comuni, alcuni devono ancora scegliere per chi fare il tifo, per lui o per la Fiorentina. Forse a fine partita gli tornerà in mente il nostro rito: appoggiarsi al termosifone dello spogliatoio e analizzare la gara». Parola poi anche a Paolo Bacciotti, presidente della fondazione dedicata al figlio Tommasino: «Ricordo quando si è vestito da babbo natale per i bimbi del Mayer. Ha sempre sostenuto la nostra associazione in maniera attiva e delicata. Ci siamo scambiati alcuni messaggi, abbiamo scherzato su questo particolare incrocio. L’ho sentito pronto e molto concentrato per la partita di domenica. Mi auguro che si salvi la Fiorentina ma anche lui così avrà il tempo per tornare per una bistecca».

GUARDA QUI LO SPECIALE DI FIRENZEVIOLA.IT "VIAGGIO NELLA FIRENZE DI PRANDELLI"