CORR.FIORENTINO, Il mondo antico di Corvino

12.06.2019 11:00 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
Fonte: Corriere Fiorentino
© foto di Giacomo Morini
CORR.FIORENTINO, Il mondo antico di Corvino

Dieci anni ad occuparsi della Fiorentina. Pantaleo Corvino saluta Firenze, nonostante all'inizio pensasse di potersi giocare qualche carta anche con il nuovo presidente Rocco Commisso. Uomo solo al comando, fagocitatore di deleghe e responsabilità, Corvino ha finito per apparire il simbolo di una Viola refrattaria a rinnovarsi e a continuare quel lavoro di ammodernamento iniziato con l’era Pradè-Macia. Il più grande errore del "Corvo" è stato quello di voler in tutti i modi tagliare i ponti con qualsiasi cosa ricordasse la gestione precedente. Oltre a convincersi che, con lui, anche Paulo Sousa sarebbe rientrato nei ranghi, salvo poi ingaggiare Stefano Pioli. L'ultima pecca è stata quella di affidarsi a una rosa giovane e piena di scommesse. Corvino lascia dietro di sé tanti talenti scovati, altrettante plusvalenze, ma (a parte quelli giovanili) nessun vero trofeo. Lo riporta il Corriere Fiorentino.