CASO ASTORI, Ultima visita e giallo dello "strain"

08.07.2019 09:00 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
Fonte: La Nazione
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
CASO ASTORI, Ultima visita e giallo dello "strain"

L'edizione odierna de La Nazione ritorna sulle ombre in relazione a quanto accaduto a Davide Astori. La visita svolta da Davide il 10 luglio 2017, secondo la Procura di Firenze, doveva mettere in guardia il medico Prof. G. Galanti, ma non lo fece. La difesa del Professore comunque sostiene che all'ex capitano della Fiorentina venne fatto lo "strain", un approfondimento per osservare il muscolo cardiaco, irrilevante ai fini dell'idoneità ma utile per comparare i cuori di atleti di discipline diverse come il ciclismo. 

Qui però le posizioni di Procura e Professore si allontanano ulteriormente: secondo il medico, lo strain è routine del laboratorio di Careggi e la data stampata sul documento d'accusa non è altro che un errore, per chi lo ha nuovamente iscritto al registro degli indagati invece quell'atto è un falso. E lo "strain" non sarebbe stato effettuato il 10 luglio 2017, bensì un po' prima del 10 aprile scorso. Galanti però non può essere stato l'autore materiale del presunto falso, essendo stato confezionato quando era già in pensione. E quindi entra in scena la sua collaboratrice Loira Toncelli, che avrebbe secondo la procura assecondato il "concorrente morale" Galanti fabbricando materialmente il certificato falso dello "strain". Il che costituirebbe falso in atto pubblico.