CASO ASTORI, Archiviazione per Stagno. Galanti...

13.09.2019 10:45 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
Fonte: La Nazione
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
CASO ASTORI, Archiviazione per Stagno. Galanti...

C'è un archiviazione nel processo relativo alla morte di Davide Astori. Il sostituto procuratore Antonino Nastasi ha presentato richiesta di archiviazione in relazione alla sola posizione del dottor Francesco Stagno, il medico che – al tempo della permanenza di Astori al Cagliari ne rilasciò l’idoneità sportiva. All’inizio del mese la notizia della richiesta di rinvio a giudizio del dottor Giorgio Galanti, 71 anni, era stata accompagnata da generiche voci sulla posizione dell’ex medico rossoblù, oggi 75enne: "E quando si parla di indagati – aveva spiegato l’avvocato Andrea Puccio, del foro di Milano, legale di Stagno – ciò significa che una posizione viene inviata per competenza territoriale ad altra procura. O che è pronta una richiesta di archiviazione...». Così è stato. Toccherà al giudice Angelo Pezzuti valutare la richiesta del pm. Il 22 ottobre l’udienza preliminare per Galanti, all’interno della quale il suo difensore, l'avvocato Sigfrido Fenyes, è intenzionato a non dare cioè come scontato il rinvio a giudizio del proprio assistito. Tornando a Stagno, nei mesi scorsi, a seguito della notifica dell’avviso di conclusione delle indagini, ha risposto alle domande del Pm. Non solo; la difesa ha fornito al rappresentante dell’accusa una ricostruzione della vicenda sul fatto storico, ma anche sul piano tecnico, grazie alle consulenze predisposte dalla professoressa Elena Mazzeo, Università di Sassari (medico legale) e dal professor Riccardo Cappato, di Humanitas (cardiologo). La Procura ha accolto integralmente le argomentazioni. "Sempre stati convinti dell’assoluta correttezza dell’operato del dottor Stagno. Non possiamo che esprimere grande soddisfazione – spiega l’avvocato Puccio – ma occorre attendere gli sviluppi del procedimento e la decisione del gip sulla richiesta della Procura". A riportarlo è La Nazione.