QUANDO LA GIOVENTÙ HA L'ARIA DI ESSERE UNA SCUSA

17.04.2019 13:30 di Lorenzo Di Benedetto Twitter:   articolo letto 4885 volte
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
QUANDO LA GIOVENTÙ HA L'ARIA DI ESSERE UNA SCUSA

"La Fiorentina è una squadra giovane, dobbiamo avere pazienza". "Le tante rimonte subite? Colpa dell'inesperienza. D'Altronde la Fiorentina è la formazione più giovane della Serie A". "Pareggiamo tanto, ma è a causa dei tanti giovani che abbiamo in rosa". Queste tre delle tante frasi che abbiamo sentito e risentito in questa sciagurata stagione viola, con la causa di tanti mali dipinta a più riprese come una cosa normale vista l'età media degli undici in campo. Ieri sera all'Allianz Stadium è però andato in scena un vero e proprio spot per il calcio, una squadra giovane e spensierata è infatti andata a passeggiare sopra la Juventus, non lasciandole niente ed eliminandola dalla Champions League. Estromettere quello che sarà presto, per l'ottava volta di fila, il club campione d'Italia con giocatori che hanno pochissima esperienza in campo internazionale ha fatto sì che il primo pensiero che venisse in mente fosse quello di una sequela di scuse trovate dall'inizio della stagione a oggi dalla dirigenza gigliata per giustificare gli scarsi risultati ottenuti.

La gioventù come scusa per far passare in secondo piano le prestazioni non all'altezza e il calciomercato che ancora una volta non è certo stato indimenticabile, pensando poi anche a quello che potrebbe accadere la prossima estate, con tanti giocatori in uscita e un ciclo che rischia di terminare senza neanche essere cominciato davvero. Facendo un rapido raffronto tra le formazioni tipo l'età media della Fiorentina è infatti di 24,72 anni, mentre quella dell'Ajax è di 25,63. Morale della favola: meno di un anno di differenza ma un gioco e una personalità diametralmente opposti. 

Inutile aggiungere altro in questo confronto impietoso e se da un lato è chiaro che alla Fiorentina non si possa chiedere di arrivare in semifinale di Champions League, visto che il caso relativo agli olandesi resta comunque isolato in un calcio fatto dai soldi, dall'altro è lecito sperare che il decimo posto possa essere dettato da una stagione nata male e proseguita peggio. Il tempo delle scuse però è finito, la Fiorentina deve fare di più, a prescindere dall'età media della rosa, perché l'Ajax deve essere un esempio da seguire, soprattutto dal punto di vista della spensieratezza e della voglia di vincere in ogni campo e contro qualsiasi avversario.

LE FORMAZIONI TIPO DI FIORENTINA E AJAX CON LE ETÀ DEI CALCIATORI:

FIORENTINA: Lafont 20; Milenkovic 22, Pezzella 28, Vitor Hugo 28, Biraghi 27; Benassi 25, Veretout 26, Gerson 22; Chiesa 22, Simeone 24, Muriel 28.

Totale 272/11= 24,72.

AJAX: Onana 23; Veltman 27, De Ligt 20, Blind 29, Tagliafico 27; Schone 33, De Jong 22; Neres 22, Van de Beek 22, Ziyech 26; Tadic 31.

Totale 282/11= 25,63.